Utente 870XXX
Buongiorno,
sono a chiedere un consiglio su questa patologia che mi si presenta da qualche anno. Evito di dire le frustrazini che possano derivarne per una persona ancora single. Ho effettuato vari consulti andrologici, con tutti gli approfondimenti clinici del caso e si è evidenziato che non ci sono disturbi fisiologici. Tutto va ricercato nel complesso campo della mente umana. Questo mi spaventa ancora di più, visto che per una persona razionale come sono, vedo la terapia psicologica come una strada senza una fine certa nè dal punto di vista temporale, nè della soluzione. Spero sia solo un pregiudizio dovuto alla non conoscenza del settore. A questo si aggiunge il discorso che i professionisti del settore preferiscono sempre intraprendere la libera professione e per un impiegato sostenere una spesa che può variare dai 65 a oltre 100 euro a seduta a settimana, è improponibile.
Sono a chiedere un consiglio: in primis, visto che ho la ferma volontà di affrontare questo problema, a chi indirizzarsi tra uno psicologo ( co tutte le varie tecniche di aproccio) o ad un sessuologo? Potete consigliarmi se esistono bravi professionisti che abbiano scelto il campo pubblico per esercitare? Ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la scelta di un libero professionista e' una scelta libera...che in alcun modo penalizza quella pubblica.A tal proposito,consulti con fiducia il Suo medico di famiglia che certamente La potra' consigliare la soluzione piu' idonea.Cordialita'.