Utente 408XXX
Egregi Dottori,
da qualche anno mi succede di svegliarmi di notte (verso la fine della nottata) a causa di un senso di nausea e di fame, e devo correre subito a mangiare qualcosa, anche solo un biscotto. Mi succede qualche volta durante l'anno, specie quando faccio cena presto, oppure la faccio leggera. Oggi è capitato nuovamente (erano le 4:00), ma il disturbo è cominciato con difficoltà a respirare (respiri corti e senso di malessere al petto) . Mi sembrava ansia, infatti ho cominciato a fare respiri profondi. Quando però è subentrata la nausea e la fame, ho mangiato dei biscotti e mi sono riaddormentato.
Sempre questa mattina, ho ritardato a fare colazione, ed ecco nuovamente il disturbo. L'ho subito fatta ed è passato.
Non so come comportarmi, se continuare così, oppure cercare qualche rimedio. Nell'alimentazione cerco sempre un po' di limitarmi, perché peso 76 chili e negli anni passati pesavo un po' di meno (73/74). Se mangiassi secondo il bisogno che sento, non subito, ma col tempo arriverei a superare tranquillamente gli 80, come anni fa, quando sono arrivato anche a 87.
Vi ringrazio già fin d'ora per l'aiuto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Abbadi
20% attività
4% attualità
0% socialità
()
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Salve,
Innanzitutto le chiedo: ha familiarità per diabete? Le succede anche di giorno tra un pasto e l'altro? Cosa è quando mangia durante il giorno. Ha fatto esami ematochimici?
[#2] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Grazie Dottore.
Da che ho scritto, il problema non si è più presentato, o meglio, si è presentato qualche altra volta, ma lievemente. Ritorno comunque all'idea che la causa è stata l'ansia, perché in quei giorni ero particolarmente ansioso per un fatto accaduto. Infatti, lavorando su quella, sono scomparsi anche questi disturbi. Le due sere precedenti, comunque, avevo fatto cena presto e leggera, e credo che anche questo abbia contribuito.

No, non ho fatto recentemente esami al sangue per il diabete o altro.
No, di giorno non succede mai.
Faccio i tre pasti principali ogni giorno, cercando di mangiare in modo completo, e secondo i bisogni e l'appetito presenti.

Rimango in attesa di eventuali sue indicazioni.
La saluto e la ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Abbadi
20% attività
4% attualità
0% socialità
()
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
A questo punto le consiglio di parlarne col suo medico curante che sicuramente le prescriverà Alcuni esami da eseguire che a mio avviso andrebbero fatte per una sua maggiore tranquillità
[#4] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Ok, Dottore, ne parlerò al medico.
Ringraziandola ancora, la saluto.