Utente 309XXX
Salve soffro di ipersensibilità del glande. La mia paura più grande è durare poco a letto.Vorrei avere una vita sessuale molto focosa ma ho questo problema ad esempio facendo i preliminari inizio a sentire una forte eccitazione nella parte superiore del pene appena la si stimola. Ho cercato molto,credetemi, sul web ma senza mai trovare una risposta che mi soddisfacesse, anche perchè nella maggior parte dei casi si trattava di 'tisane miracolose'' (le quali ho totalmente ignorato) oppure l'utilizzo di spray anestetizzanti,preservativi ritardanti o garze. Io voglio sapere in modo schietto e diretto: Esiste un rimedio completo da far sì che l'ipersensibilità del glande sia solo un brutto ricordo? Se è si quali sono? Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Dovrebbe fare una visita andrologica per valutare se veramente si tratta di ipersensibilità del glande. In tal caso non ci sono soluzioni definitive. Ci sono rimedi per ridurre tale problema. Si va dalle creme anestetiche, alla psicanalisi, alla neurotomia glandulare. Bisogna trovare il corretto approccio, a volte personalizzato, per il paziente. Mi faccia sapere. A presto
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Genrile Utente,
Aggiungo qualche nota a quelle del dr. Bottai e delle letture


http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3854/Si-http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce-prevenire-l-eiaculazione-precoce-Quell-incontrollabile-fretta-del-piacere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce

Ci scrive da tempo, tra esercizi di keghel ed altro, e le abbiamo detto di concerto che senza diagnosi clinica è tutto un vero esercizio di fantasia.

Inoltre non si può parlare di terapia, anche comportamentale, senza diagnosi.