Utente 296XXX
Gentili Dottori,

La mia è una storia clinica un po' complessa, cercherò di essere quanto più sintetica possibile.

Soffro di disturbo della personalità (Borderline) Rettocolite ulcerosa (attualmente in fase di quiescenza) ipoparatiroidismo post-operatorio, tiroidectomia totale nel 1996, tremore essenziale, Fibromialgia e stanchezza cronica.

Attualmente la terapia che sto seguendo è questa:

Citalopram 20mg 1 cp al mattino
Gabapentin 300mg 1cp al mattino e 1 cp alla sera
Gabapentin 100mg 1 cp dopo pranzo
Depakin 1000 granulare 1 bustina alla sera
Trittico 50mg 1 cp alla sera
Olanzapina 5mg 1 cp alla sera
Rivotril gc 4 gc al mattino e 4 gc nel primo pomeriggio, dosaggio da aumentare gradualmente dopo controllo neurologico.
Mesavancol 1200mg 2 cp al mattino
Calcitriolo 50mg 1 cp al mattino
Calcio Sandoz 1000 1 bustina a giorni alterni, dato che non lo tollero a livello di stomaco.

Da qualche tempo, mi alzo con una sensazione di pulsazioni alla testa e una tachicardia che varia dai 95/98 battiti al minuto, di solito la pressione è molto bassa, intorno ai 90/100 la massima e 56/60 la minima, al mattino ho notato che è leggermente più alta, ma sempre tendente al basso.

Ho anche sensazione di affanno al petto e faccio fatica nel fare i movimenti, sono come rallentata dalla stanchezza.

Dato che non mi è possibile in tempi brevi una visita cardiologica, nel frattempo ho deciso di chiedere delucidazioni da voi.

Vi ringrazio per il servizio che offrite e vi porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Valerio Rosso
20% attività
16% attualità
8% socialità
CHIAVARI (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non ho potuto non notare che, nonostante il titolo faccia riferimento a sintomi di tipo cardiovascolare, lei come prima diagnosi ha riferito "Disturbo Borderline di personalità" e vedo che la terapia farmacologica in corso è prevalentemente di tipo psichiatrico. Sulla base di quanto da lei descritto la inviterei ad un primo rapido consulto dal Medico di Medicina Generale il quale, sulla base della gravità dei sintomi, potrà indirizzarla ad un duplice consulto cardiologico e psichiatrico per poi tirare le fila e valutare se i suoi sintomi hanno una base psichica, fisica o mista. Nel suo caso è importante, più in generale, che ci sia una buona comunicazione tra specialisti (cardiologo e psichiatra), ed il suo Medico di Medicina Generale può essere d'aiuto in questo, dato che quanto da lei descritto può avere varie cause e spiegazioni.
In bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dott. Valerio Rosso,

La ringrazio per la tempestiva e gentile risposta, in effetti avrei intenzione di fare un elettrocardiogramma, dato che ho l'esenzione per l'ipoparatiroidismo.

Soffro tantissimo anche di ansia, infatti sono in malattia da quasi tre mesi per un'insonnia abbastanza importante.

Spero vivamente che non ci siano problemi di carattere cardiologici considerando i tanti problemi che ho, e sinceramente questa non ci vorrebbe proprio.

Di nuovo i miei ringraziamenti

Cordiali saluti.