Utente 413XXX
Buongiorno a tutti,
vi scrivo in merito ad un problema che nessuno ad oggi mi sa risolvere.
Ad ottobre 2015 sono stata operata al seno sx. Diagnosi Mastite Carcinomatosa infiammatoria metastatica fegato e ossa. Il tumore non è stato rimosso, ma solamente la protesi che avevo impiantato 5 anni prima.
Sono in cura con i farmaci "secondo protocollo" + omotossicologici. La mia storia è lunghissima e molto articolata... perdonatemi se non mi dilungo su tutto ciò e passo subito ad esporvi il mio "problema".
La ferita dell'operazione non si è mai rimarginata del tutto e da un buchino mi fuoriesce del liquido trasparente/rosa/giallo +o- denso; il liquido è stato analizzato e non è infettato, eco ok; faccio tre medicazioni al giorno per evitare di sporcare i vestiti. I medici ritengono che si tratti di liquido linfatico che prima o poi si asciugherà.
Qualcuno mi sa dire cosa è questo liquido, esiste un modo per asciugarlo o devo rimanere con questa fontanella sempre aperta!!
Grazie.
bp
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace molto non poterle dare una risposta, ma comprenderà bene che nel suo caso per esprimere un parere sia indispensabile una visita per poter valutare l'entità della stasi linfatica che si accompagna alla linfangite secondaria all'infiltrazione del derma.

Tanti saluti e ovviamente tanti auguri

Legga

http://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/4700-dare-speranza-fattori-predittivi-mera-informazione-condanna.html

Salvo Catania
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Dott.Catania, lei è una persona eccezionale!!
Grazie per la risposta, ma per evitare di salire a Milano o comunque al nord (già fatti 3 viaggi), le chiedevo gentilmente di indicarmi un centro e/o un suo collega qui a Catania (Sicilia) dove potere presentare il mio problema. Oppure se mi può dare qualche suggerimento da girare al mio oncologo che poverino non sa dove sbattere la testa.
La ringrazio anche se non mi potrà aiutare e la saluto.
bp
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non si sposti da Catania, ci mancherebbe.

Tornerei dal chirurgo e ci aggiorni se lo desidera.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
ho letto con interesse questo consulto e piacerebbe anche a me rispondervi, ovviamente da psicologa. Vuole anche una mia consulenza?
[#5] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Il mio chirurgo oncologo non sa più cosa fare...
comunque grazie lo stesso Dott.Catania.

Gentilissima Dott.ssa Sciubba,
oggi non ho il tempo per pensare al mio stato psicologico (forse è meglio così)...In questo momento devo risolvere il problema di questa ferita, i fortissimi dolori articolari, le mie due vertebre che vorrebbero crollare e tenere a bada il cancro.
Comunque, a parte tutto, sto bene e mi ritengo una persona fortunata perché ho tante persone che mi amano, in primis le mie due bimbe .
Grazie per l'interessamento spassionato, magari più in là la contatterò.
Cordiali saluti
bp
[#6] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
la ringrazio per la risposta e le faccio i miei auguri.
Qualunque consulto, pur nella limitatezza della sua natura, può avere una certa influenza e rispetto la sua scelta, in attesa che eventualmente cambi idea.

Spero comunque che sappia che lo stato psicologico non è qualcosa di separato ed indipendente da quello fisico. Le connessioni tra mente e corpo sono tali che essi si influenzano a vicenda.
Cordiali saluti