Utente 178XXX
Salve Dottori,

scrivo per questo problema:

Giorni fa (circa 10) ho avuto un breve periodo con dei fastidi localizzati tra gola e orecchio ( parte sx ), poi passati con 4-5 giorni di cura con spray orale e gocce auricolari che tengo sempre a causa di questi disturbi che da qualche anno mi assillano periodicamente, soprattutto nei cambi stagionali .

Da lunedi scorso ho invece avvertito i primi sintomi di dolore e fastidio infondo, nella parte sinistra della bocca. Ho controllato e ho trovato 2-3 ulcerazioni in fila a poca distanza una dall'altra a formare una fila ascendente che dall'arcata palatina a fianco dell'ugola sale in alto verso la parte orizzontale del velo palatino; una, la più grande, rotondeggiante di circa 3-4 mm di diametro e le atre molto più piccole. La conformazione mi pare tipica delle afte: circolo bianacstro con bordo e zona circostante molto arrossata e dolenti al tatto ( le ho sfiorate con un cotton-fioc imbevuto del colluttorio che mi ha prescritto il medico) anche se devo dire non eccessivamente, ma comunque in linea col ricordo che ho del fastidio tipico delle afte,
di cui soffro da diversi anni, ma credo di non averne mai avute in quella posizione.

Martedì sono andato dal mio medico che mi ha visitato dicendomi che sono probabilmente delle ulcerazioni secondarie ad un'infezione, e mi ha quindi prescritto un collutorio orale e 7 giorni di antibiotici.
Non sono attualmente fumatore ( fino a 2-3 anni fa ho fumato 1 sigaretta al giorno, senza mai sgarrare oltre); ho un consumo molto moderato di alcolici, rarissimamente di superalcolici.
Ho effettuato ad agosto scorso una TC del massiccio facciale per dei fastidi naso palatali che avevo da tempo, ma non è emerso granchè se non una deviazione del setto , una modesta ipertrofia dei turbinati e una cisti nel seno mascellare sx. per cui ho eseguito subito dopo visita ORL.
Ora, il mio timore è che i fastidi e i doloretti che avvertivo 10 giorni fa possano essere stati causati da queste ulcere che dunque sarebbero in loco da circa 15 giorni e che non ho controllato subito!
Devo dire che, soprattutto nell'ultimo anno, ho avuto, forse ho tutt'ora, transitorie ma intense "crisi" ipocondriache e mi preoccupo in modo esagerato per qualsiasi disturbo ( per esempio, vista la TAC dello scorso anno il pensiero è subito corso ad una ulcera cancerosa del palato dovuta alle dosi di radiazioni assorbite durante l'esame - tra l'altro, per iniziativa del tecnico, eseguito a dosaggio di raggi X ridotto-).

Grazie per le vostre risposte!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Probabilmente si tratta di afte, possono comparire anche nelle zone posteriori del cavo orale come è capitato a lei.
Nessuno potrà dire con certezza se i fastidi che ha avvertito dipendessero o meno da queste lesioni.
Ansia e stress possono essere condizioni favorenti lo sviluppo delle afte. Stia sereno, utilizzi il collutorio che le è stato prescritto e se tra 7-10 giorni le lesioni sono ancora lì le faccia vedere da un dentista o da un otorino.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
178625

dal 2017
Salve Dottore,

il disturbo è ancora presente e mi è spuntata una nuova afta piú avanti, nel palato duro sempre sulla parte sinistra come a formare una linea di fuoco con le precedenti, in cui le due piú piccole, cui accennavo l'altro giorno, sembrano essersi risolte, mentre quella piú grande ancora no.
Ad intensitá intermittente ho ancora il fastidioso senso di "infiammato" che avverto nella parte sinistra della bocca ma che arriva ad irradiarsi anche alla parte alta della gola sempre a sinistra in zona sottomandibolare, e all'orecchio.
C'è da dire che il disturbo si attenua notevolmente ( quasi scompare)dopo ogni gargarismo con colluttorio, senza tuttavia risolversi.
Ma questo continuo (per ora) spuntare di afte a che cosa puó essere dovuto?
Ne ho sofferto spesso in passato ma mai a questi livelli!