Utente 752XXX
Gentili Dottori,

da circa un mese e mezzo mi è stato diagnosticato il mollusco contagioso. Lo sto curando recandomi dal dermatologo per rimuoverli ogni qual votla ne compaiano di nuovi. Ad oggi ho già effettuato 4 sedute. Il mio dermatologo mi ha rassicurata dicendomi che per guarire ci vorrà molta pazienza e un pò di tempo, ma che non è assolutamente nulla di grave, anzi, è una patologia molto comune.

Io mi sono comunque documentata e ho letto svariate cose che mi hanno gettata nel panico. Anzitutto che il contagio avverrebbe prevalentemente per via sessuale, cosa che nel mio caso è impossibile, il mio ragazzo non ce l'ha e io non ho avuto altri rapporti. Per ciò come potrei averlo preso?

Ma la cosa che più mi ha spaventata è stato leggere che il mollusco contagioso è una delle manifestazioni più comuni dell' Hiv. Io non ho avuto rapporti a rischio nè episodi particolari ma per la paura ho eseguito il test che ha dato esito negativo.
Tuttavia non riesco a mettermi tranquilla, sono un soggetto molto ansioso. Vi chiedo: è vero che mollusco contagioso e Hiv cono così legati? Posso stare tranquilla?

Vi ringrazio anticipatamente della risposta e mi scuso per il disturbo.

Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

No, non è vero che il mollusco contagioso sia legato espressamente all'HIV:
tale patologia che è considerata una MALATTIA SESSUALMENTE TRASMISSIBILE, è da considerarsi tale.

Leggendo su internet al di fuori di sedi valide come questa è faciel raccogilere informazioni slegate e spesso non coerenti:

il mollusco contagioso sovente - quando non trasmesso sessualmente - è dovuto a un calo, anche temporareo delle difese immunologiche corporee (per questo è una patologia tipica della primissima infanzia, quando il sistema immunologico è ancora immaturo) :

per tale ragione soggetti gravemente immunocompromessi (AIDS conclamata) sono purtroppo portatori di forme floride e incoercibili di questa patologia come di altre MST.

si fidi dei consigli del suo dermatologo e segua con lui le dovute sedute per eradicare completamente la patologia. Dallo specialista dermatologo Venereologo sarà possibile avere un quadro dettagliato di tutte le eventuali analisi da effettuare per la massima serenità.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 752XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Laino,

La ringrazio per la celere risposta. Le chiedo solo un'ultima cosa: avendo esguito il test un mese fa, in concomitanza con il sorgere del mollusco, e avendo il test dato esito negativo, posso ritenermi "fuori pericolo" o lo devo ripetere?

Il mio dermatologo mi dice che conoscendomi da per scontato che io non abbia avuto contatti a rischio e perciò non mi ha mai consigliato di fare degli esami.

La ringrazio nuovamente dell'aiuto.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
un esame sierologico per le principali MST da ripetere a 3 mesi dall'insorgenza dei molluschi è regola buona e condivisibile, per la salute e la tranquillità.

cordialità.
[#4] dopo  
Utente 752XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Laino,

mi chiarisca solo un piccolo dubbio, poi cercherò di non disturbarla ulteriormente.

Se nella Sua prima e-mail attribuisce il contagio da mollusco ad una calo temporaneo delle mie difese immunitarie e non ad un rapporto sessuale (infatti io stessa le chiedevo come ho potuto prenderlo per via non sessuale dato che il mio fidanzato non ha il mollusco e non ho avuto altri rapporti) perchè mi consiglia comunque delle analisi per le MST a tre mesi dalla comparsa del mollusco?

Le MST non si prendono unicamente tramite rapporti sessuali? E quindi non si sente di escludere a priori questa ipotesi nel mio caso?

GRAZIE ANCORA PER IL SERVIZIO CHE RENDETE AGLI UTENTI.

Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 752XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Laino,

mi chiarisca solo un piccolo dubbio, poi cercherò di non disturbarla ulteriormente.

Se nella Sua prima e-mail attribuisce il contagio da mollusco ad una calo temporaneo delle mie difese immunitarie e non ad un rapporto sessuale (infatti io stessa le chiedevo come ho potuto prenderlo per via non sessuale dato che il mio fidanzato non ha il mollusco e non ho avuto altri rapporti) perchè mi consiglia comunque delle analisi per le MST a tre mesi dalla comparsa del mollusco?

Le MST non si prendono unicamente tramite rapporti sessuali? E quindi non si sente di escludere a priori questa ipotesi nel mio caso?

GRAZIE ANCORA PER IL SERVIZIO CHE RENDETE AGLI UTENTI.

Cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

se ben legge quello che le ho scritto circa questo suo dubbio troverà la frase:

"il mollusco contagioso sovente - quando non trasmesso sessualmente.."

ciò significa che il mollusco contagioso SOVENTE può manifestarsi in modo non sessualmente trasmissibile (vedi pazienti pediatrici); per il resto e nei giovani adulti, la trasmissione può essere sessuale.

non posso aggiungere altro di dirimente ed utile dalla sede telematica.

cari saluti
[#7] dopo  
Utente 752XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera Dr. Laino,

La disturbo nuovamente perchè ho avuto modo di riflettere sul Suo consiglio di ripetere un esame sierologico per tutte le principali MST a 3 mesi dalla comparsa dei molluschi.
Sono a chiederLe se mi da questo consiglio perchè ritiene che al momento del contagio del mollusco io abbia potuto contrarre altre MST e, se sì, come?
Il mio dermatologo tende ad escludere che io abbia potuto prendere il mollusco tramite rapporto sessuale perciò come avrei potuto contrarre qualche altra MST?

La ringrazio davvero tanto per il prezioso aiuto, ma ho solo necessità di capire.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 752XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera Dr. Laino,

La disturbo nuovamente perchè ho avuto modo di riflettere sul Suo consiglio di ripetere un esame sierologico per tutte le principali MST a 3 mesi dalla comparsa dei molluschi.
Sono a chiederLe se mi da questo consiglio perchè ritiene che al momento del contagio del mollusco io abbia potuto contrarre altre MST e, se sì, come?
Il mio dermatologo tende ad escludere che io abbia potuto prendere il mollusco tramite rapporto sessuale perciò come avrei potuto contrarre qualche altra MST?

La ringrazio davvero tanto per il prezioso aiuto, ma ho solo necessità di capire.

Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sta facendo la cosa migliore affidandosi al dermatologo:

di sicuro lui meglio di me che parlo dalla sede telematica, può comprendere la situazione: per il resto confermo quanto asserito in precedenza, non potendo fare ulteriori supposizioni su storie cliniche che non conosco e non potrei mai approfondire da tal sede.

carissimi saluti