Utente 337XXX
Salve all' ultima visita cardiologica mi hanno riscontrato un prolasso valvolare mitralico con lieve insufficienza mitralica. Per il resto tutto nella norma infatti non sono state rilevate aritmie o altre complicazioni. Sono un ragazzo di 35 anni e nonostante per la palestra altre volte avevo fatto l'elettrocardiogramma questa sera il dottore(diverso ogni volta) che mi ha visitato mi ha fatto per la prima volta l'ecocardiogramma e ha riscontrato questo. Lui pensa che e' dovuto al fatto che ho un petto scavato e quindi e' un problema congenito. Mi ha detto di non preoccuparmi visto che gli esami ematochimici e l'elettrocardiogramma sotto sforzo sono ok. Mi ha detto solo di fare un check up tra qualche anno e basta. Ma e' veramente cosi'? Non mi devo preoccupare davvero? Con il tempo puo' peggiorare? Oppure no? E' un problema comune? Puo' essere davvero legato al petto scavato? Possibili complicazioni possono esserci? Mi raccomando fatemi sapere al piu' presto. Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Dipende dalla entità del prolasso.
Se si tratta di una lieve ridondanza dei lembi valvolari mitralici in atrio sn con un piccolo jet di rigurgito è una situazione frequentissima e para - fisiologica. Che può associarsi con un pectus excavatum. Anche perché la conformazione anatomica del petto consente di percepire meglio il lieve soffio mesosistolico associato al rigurgito.

Se diversamente lei ha "la sindrome clinica da prolasso mitralico" le cose cambiano.
Riporti il referto dell'ecografista anche se dalle parole rassicuranti che lo stesso le ha detto mi pare che lei non abbia nulla di cui preoccuparsi.
Si tranquillizzi.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottore per avermi risposto. Gli riporto qui sotto quello che ha scritto il cardiologo come da lei richiesto precedentemente.
Il paziente presenta un aspetto da prolasso valvolare mitralico con lieve rigurgito.
EO: negativo.
Pressione arteriosa:115/70 mm/Hg.

ELETTROCARDIOGRAMMA: Ritmo sinusale a fc circa 66 bpm, conduzione normale, non aritmie, normale la fase di ripolarizzazione ventricolare. QTc 400 msec.

ECOCARDIOGRAMMA Color Doppler: Vs con DTD 54 mm, cineteca parietale normale, Fe 60.-65%. Atrio Sn normale. Lieve dilatazione del Vdx. Adx normale.
Prolasso del LP mitralico con IM lieve.
Valvola aortica tricuspide.
Osti coronaici in sede.
Vaso aortico normale.
Aumentata mobilità del SIA.
Pericardio normale.

TEST DA SFORZO AL CICLOERGOMETRO:(fatto 2 settimane dopo):

Test da sforzo massimale in assenza di sintomi. Assenza di aritmie. Test negativo per ischemia miocardica da lavoro.

Ecco ora gli ho detto tutto. Ora pero' mi faccia sapere. Grazie

PS: Il problema di Berlusconi e' lo stesso mio? Oppure e' un'altra cosa?

Attendo sue notizie. Grazie . A presto e arrivederci di nuovo.


[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi, sinceramente non so da cosa sia affetto il Sig. Berlusconi e non mi interessa.
Come supponevo lei ha un lieve prolasso del lembo posteriore mitralico con lieve insufficienza di nessun significato clinico.
Tuttavia, poiché le parole per me hanno un senso, vorrei capire che significa all'esame obbiettivo :"Il paziente presenta un aspetto da prolasso valvolare mitralico con lieve rigurgito.
EO: negativo."
Il Collega si riferisce al Pectus exavatum o ha ravvisato un habitus francamente compatibile con la sindrome di Marfan?
Se lo faccia dire perché nel caso sono indicati test genetici per accertarla.
Altra cosa strana: Lei presenta una dilatazione del Ventricolo Dx in assenza di valvulopatia tricuspidale e per di più con un atrio normale.
Se il reperto non è un fake, vi sono le indicazioni per eseguire un nuovo Ecocolordoppler, da mano più esperta, e se il reperto venga confermato una RM cardiaca.
Intanto chieda lumi a chi le ha ha fatto questo eco.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Il paziente presenta un aspetto da prolasso valvolare mitralico con lieve rigurgito non fa parte dell' esame obiettivo ma e' una sintesi di quello che ha potuto constatare dagli esami fatti. Prima ha scritto la sintesi e poi e' sceso nel particolare con i dati degli esami; questo glie lo posso dire perché me lo spiego' quando mi diede il referto. Per quell' altra cosa che mi ha chiesto devo chiedere al dottore. Poi le faro' sapere. Ma lei addirittura parla di RM. Devo preoccuparmi? Di Berlusconi non mi frega niente neanche a me era solo per capire se il mio era un problema come il suo nel senso che mi devo operare. Tutto qua. Mi faccia sapere.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi, per principio non seguo le vicende di salute di Berlusconi. Vere o pantomime che siano.
C'è gente che non ha l'appartamento al S. Raffaele del Monte Tabor e muore per strada.
Quindi non so neppure che cosa effettivamente abbia.

In quanto a lei: continuo a non capire. Che esami aveva fatto e che sintesi ha dedotto?
Lei presenta un ingrandimento del VDX con atrio normale e in assenza di ostacolo alla eiezione in arteria polmonare.
Le ripeto che o si è sbagliato nel prendere le misure o il suo ingrandimento, se vero, merita di essere approfondito, anche con una RM.
Posto che non vi è cenno sui diametri delle camere cardiache, VDX compreso.
Torni dal suo ecografista e chieda spiegazioni o vada da un'altro presso una Unità di Cardiologia.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Errata corrige
al #3
in assenza di valvulopatia tricuspidale
va corretta con
in assenza di valvulopatia aortica peraltro tricuspide.
Scusi ma scrivendo in fretta........
Saluti,
Dott. Caldarola.