Utente 412XXX
Gentile staff buonasera,spero possiate aiutarmi per far chiarezza ad una situazione:mi e capitato un episodio che ben due cardiologi mi danno opinioni differenti,diciamo che da qualche anno avverto quotidianamente extrasistoli in numero basso ,infatti gli holter applicati rilevano al massimo 10-15 Bev,il test sotto sforzo e negativo per induzioni di aritmie,profilo pressorio buono cosi anche l'ecocardio,come dicevo apparte i classici extrasistoli avvertiti da me come tonfi al petto,mi capitano rarissimamente degli episodi particolari ,due o tre tonfi ravvicinati o forse un subbuglio tra extrasistoli e tachicardia dell durata massima di 5-6 secondi,non ben documentabile al polso(sono un fisioterapista) e non registrabile all'holter per la loro rarità ,avro avuto 4 episodi di 3 anni di questi fenomeni in cui dopo i 5-6 secondi di questo disturbo aritmico,tutto ritorna nella norma,tranne l'ultimo episodio ,avvertito piu violentemente mi giunge una tachicardia sui 170-180bm della durata di 10 minuti,cessata poi prima di andare al pronto soccorso e quindi non si sa di cosa si tratta,ho chiesto spiegazioni a due cardiologi,che visitandomi con ecg ecocardio non hanno trovato nulla,solo che hanno due opinioni discordanti:

primo cardiologo:secondo lui e improbabile che si e trattato di una tpsv,in quanto descrivendo a lui la modalità dell avvenimento(episodio di subbuglio di qualche secondo -tachicardia) e considerando che "l'innesco"(subbuglio di qualche secondo)gia l'ho avuto altre volte lui sostiene che se si trattava di un fascio accessorio doveva gia innescarsi altre volte dopo questi subbugli,mi da un betabloccante a basso dosaggio sostenendo che la tachicardia e stata innescata da un forte stress adrenergico.

secondo cardiologo:sostiene che la tachicardia potrebbe essere causata da una fibra accessoria non visibile all ECG ,mi consiglia lo studio per dirimere il dubbio o di aspettare in caso di recidiva.
Ora io capisco i limiti di un consulto on line,ma in base alla mia descrizione con quale medico concordate di piu e cosa ne pensate di cio?cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Dica al suo cardiologo che le vie accessorie non giocano a nascondino.
Se non è evidente in un ECG a 12 derivazioni di 10 minuti (badi che la carta termica costa) se la tolga dalla testa lei e il suo cardiologo la via accessoria.
Lei deve curare l'ansia: ma questo non pertiene al cardiologo ma allo psichiatra.
Un consulto quasi identico al suo mi è pervenuto da Napoli: ho fornito la stessa risposta.
Se poi vuole fare lo studio elettrofisiologico intracavitario, la vita è sua e la gestisca come le pare.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Dica al suo cardiologo che le vie accessorie non giocano a nascondino.
Se non è evidente in un ECG a 12 derivazioni di 10 minuti (badi che la carta termica costa) se la tolga dalla testa lei e il suo cardiologo la via accessoria.
Lei deve curare l'ansia: ma questo non pertiene al cardiologo ma allo psichiatra.
Un consulto quasi identico al suo mi è pervenuto da Napoli: ho fornito la stessa risposta.
Se poi vuole fare lo studio elettrofisiologico intracavitario, la vita è sua e la gestisca come le pare.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#3] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Grazie Dottore,sicuramente lo studio elettrofisiologico non e cio che vorrei fare al momento,comprendo perfettamente che sono ansioso e dovro sicuramente risolvere questo problema,ma ora la mia domanda sorge spontanea:se un ECG a 12 deviazioni prolungato è in grado di dirimere o meno la presenza di una via accessoria anche occulta,quale sarebbe lo scopo dello studio elettrofisiologico se basta appunto un ECG?
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lo scopo sarebbe che forse così smette di costruire castelli di carte da gioco senza avere le competenze per parlare di vie accessorie intermittenti, occulte, o da evocare con sedute spiritiche.
Faccia un ECG da un bravo cardiologo e se lo faccia leggere: se non evidenzia nulla la smetta con questa via accessoria che si sposta da Napoli a Bari. Diversamente dovremo aggiornare i trattati di cardiologia con la "WPW pendolare"!
Saluti,
Dott. Caldarola.