Utente 412XXX
Buonasera,

A seguito di dolori intermittenti al braccio sinistro, con fastidi al petto(soprattuto tra le costole sotto ascella sx, formicolio nella zona cuore e bruciore a centro petto) mi sono recato dal mio medico di famiglia che mi ha consigliato degli esami cardiologici. Ho effettuato la visita comprensiva di elettrocardiogramma ed ecocardiogramma che sono risultati, secondo quanto detto dal cardiologo, perfetti e mi ha detto che volendo per essere sicuro al 100% di non avere alcun tipo di problema che potrei anche effettuare una prova sotto sforzo.
Premetto che misuro ogni mattina la pressione con valori attestati su 108/69 con battito di 65.
Avendo un orologio con cardiofrequenzimetro noto che durante la giornata mentre lavoro i battiti variano tra 81 e 97 con picchi anche fino a 130 per poi tornare nella normalità quando sono a casa. Volevo chiedere se questa variazione di battiti è normale o se dovrei effettuare ulteriori indagini sotto questo punto di vista in quanto potrebbero provocare questi dolori.
Premetto che sono un tipo ansioso e questi dolori , che per opinioni di altri medici sono dovuti ad una somatizzazione ansiosa, mi stanno rendendo la vita problematica visto che qualsiasi cosa faccio da mesi ho il terrore che mi prenda un infarto e ovunque mi sposti controllo sempre la vicinanza degli ospedali.
Aggiungo che da 3 giorni ho un continuo fischio all'orecchio destro.

Ringrazio anticipatamente.

Saluto cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei descriveva già un dolore con nessuna caratteristica cardiologica.
Ha fatto esami che dovevano rassicurarla ed è ancora lì a pensare all'infarto o alla morte improvvisa.
Ritiene pericolosa la normale variazione della frequenza cardiaca durante la giornata.
Tragga le conclusioni e vada a farsi curare da uno specialista ad hoc che nel suo caso non è il Cardiologo, ma lo Psichiatra.
E vedrà che starà senz'altro meglio.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore,

La ringrazio per il consiglio; le volevo chiedere un parere sui valori dell'esame del sangue che ho fatto oggi su richiesta del mio medico:

GOT/AST 14
GPT/ALT 19
CPK 59
PROTEINA C REATTIVA 5

É vero che un valore di 5 di PCR implica una maggiore possibilità di malattie cardiovascolari

Ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Pur non avendo i valori di riferimento del laboratorio, che ha omesso, direi che i suoi esami sono normalissimi. PCR compresa.
La PCR è un indice di infiammazione molto sensibile ma estremamente aspecifico.
Lei si riferisce ad un test, su siero, chiamato PCR ad alta sensibilità (HSPCR) il cui incremento correla con danno dell'endotelio cioè del rivestimento dei vasi.
Le statine e altri farmaci sono endotelio protettivi anche perché hanno la capacità di abbassare, talvolta in modo drastico, la HSPCR.
Saluti,
dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore,

Tutti i dai di laboratorio sono assolutamente regolari eccetto:
Trigliceridi 269

Bilirubina Totale 1.15
Diretta 0,26
Indiretta 0,89

Globuli bianchi 9,5

Per quanto concerne la Proteina "C"Reattiva pari a 5 io nella scheda leggo sotto metodo Immunologico.

Se le serve qualsiasi altra info sono a disposizione in modo da togliermi qualsiasi dubbio su possibili problemi cardiaci visto che il medico mi ha voluto far fare i test.

Intanto la ringrazio per la professionalità.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
I trigliceridi sono legati al suo sovrappeso.
Dimagrisca, cambi alimentazione, faccia sano movimento e li ricontrolli tra un mese.
La bilirubina non desta preoccupazioni.
Legga con attenzione la replica #3 dove le ho spiegato la differenza tra la PCR che ha fatto lei e quella che indica un danno dei vasi. E' molto comprensibile anche per i non addetti ali lavori.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.