Utente 414XXX
Buongiorno,
vorrei chiedervi un gentile consulto in merito all'assunzione del farmaco ZETIA(ezetimibe) per il controllo del livello del colesterolo.

Premetto che assumo 1 compressa Triatec 1,25 al giorno e vitamina D.
I valori di colesterolo totale oscillano tra i 240 e i 270, e il medico mi ha consigliato si iniziare una terapia con lo ZETIA, avendo già provato il TORVAST che mi causava mialgia.
Il valore di colesterolo HDL è di circa 52, trigliceridi 110.
Seguo una dieta iposodica da anni, con consumi molto ridotti di carni avendo la sindrome del rene policistico.
Pratico sport una volta a settimana(corsa).

Onestamente ho letto diversi pareri contrastanti riguardo lo ZETIA, e non sono molto felice di dover assumere un farmaco cosi invasivo, se non prettamente necessario.
Preciso che in famiglia non ci sono casi conclamati di morti per ictus o infarto.

Raggiungendo un valore di colesterolo totale di 240/250, con HDL a 52, trigliceridi sotto 120 e continuando con la dieta, è a vostro parere cosi fondamentale assumere lo ZETIA per portare il livello del colesterolo sotto i 220?

Non sono un medico, ma negli ultimi anni sembra che il colesterolo sia il nemico numero 1 da sconfiggere a tutti i costi, anche a costo di assumere farmaci che a lungo andare possano dare problemi da non sottovalutare.

Come la pensate in merito?

Grazie

Paolo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'ezetimibe (lo Zetia) da solo inibisce l'assorbimento intestinale di colesterolo: di solito si associa ad una statina, quando questa non è sufficiente o in particolari condizioni.
In assenza di una statina, il minore assorbimento di colesterolo ne incrementerebbe la sintesi a livello epatico: i risultati sarebbero molto scarsi.
Io le consiglio di impegnarsi seriamente a perdere peso e seguire una dieta ipocolestrolemizzante (non è solo la carne che contiene colesterolo), a praticare attività fisica molto leggera (almeno un'ora di PASSEGGIATA al giorno) e a dosare il colesterolo tra un mese: ove fosse necessario si possono provare altre statine che potrebbero essere meglio tollerate.
La corsa settimanale non le serve a molto, tutt'altro.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la risposta Dottore.

La dieta che seguo da tempo consiste(oltre alla quasi eliminazione della carne) nello scarso apporto di grassi animali(burro, formaggi grassi, salumi, uova etc...)
Prediligo verdure, frutta, carboidrati, legumi, noci e pesce.

Il mio peso attuale è 80 kg per 1.80 di altezza, non credo di essere sovrappeso, ma indubbiamente un paio di kg in meno mi farebbero bene, cosi come le passeggiate che Lei mi consiglia.

Mi impregnerò a seguire una dieta più ferrea, e a fare qualche passeggiata in più.

Se riuscissi a portare il livello del colesterolo totale a 240 con HDL a 50 e trigliceridi a 110, Lei mi consiglierebbe comunque l'assunzione dello Zetia o di una statina?

Perché afferma che la corsa mi farebbe tutt'altro che bene?

Grazie

Paolo
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Io sono a favore delle Statine: oltre ad abbassare il colesterolo proteggono il rivestimento dei vasi e abbassano la PCR ad alta sensibilità (HSCRP) che è un fattore di rischio cardiovascolare documentato.
Inoltre per le statine ci sono prove inconfutabili sulla protezione vascolare: sull'Ezetimibe gli studi sono ancora scarsi.
Praticare la corsa una volta alla settimana è del tutto inutile.
Perché lei, una volta a settimana, mette il suo cuore inutilmente sotto stress: come quelli che vanno a giocare al calcetto la domenica e poi si sentono male.
Se vuol farlo esegua almeno un ecocoldoppler cardiaco e una prova da sforzo al cicloergometro o al tapis roulant.
Meglio una "mite" attività aerobica giornaliera come quella consigliata.


Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Per cui mi consiglia di assumere statine anche raggiungendo i seguenti valori:

Colesterolo tot 240
Hdl sopra 50
Trigliceridi sotto 120

Oppure con questi valori non sarebbe prettamente necessario?

Grazie

Paolo
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Vediamo tra un mese: se i valori resteranno questi una statina non la ucciderà!
Anzi.....
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.