Utente 196XXX
Buongiorno.
Ho 40 anni. Ho conosciuto qualche mese fa un uomo di 61 anni, affetto da diabete e cardiopatia.Molto sportivo, attento nella dieta, eccede però con il fumo e non si nega qualche bicchiere.
Ci siamo innamorati, abbiamo avuto qualche rapporto all'inizio della nostra relazione. Lui si è detto sorpreso di questa cosa, perchè credeva di non essere più in grado di avere rapporti e non ne aveva da qualche anno, per via della sua malattia. Dopo di che si è spaventato, ha continuato a comportarsi da persona innamorata evitando però situazioni "intime" e infine mi ha lasciata, continuando comunque a cercare di vedermi. Dice di aver escluso il viagra (di cui a mio parere non aveva bisogno) per via della cardiopatia. Un medico mi ha detto che forse la questione è l'ansia perchè, per il suo parere, se avesse avuto un impedimento fisico, non sarebbe riuscito nemmeno ad avere quei primi rapporti. Ad ogni modo, il diabete e la cardiopatia sono un ostacolo per il viagra (che servirebbe solo a farlo sentire più sicuro, per come la penso io)? Il fumo e l'indulgenza con l'alcol, non sono più pericolosi del viagra? E' una persona molto attiva e sportiva. Non so cosa fare, non era una storia da due soldi...
Grazie per l'aiuto che vorrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice ,
le rassicurazioni sugli effetti collaterali del farmaco da lei citato , vista anche la particolare situazione clinica della persona da lei conosciuta, possono essere date solo dal proprio medico curante. Poi noi possiamo dirle che la presenza di una cardiopatia e, tanto meno, di un diabete mellito non sempre costituiscono un problema alla somminstrazione di quella classe di farmaci da lei citati e chiamati anche Inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5. E' pure vero che, in certi casi, è più pericolosa l'assunzione "indiscriminata" di nicotina ed alcool. Comunque se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#2] dopo  


dal 2010
La ringrazio per l'utilissima segnalazione.
Un'ultima cosa... Ha qualche fondamento l'affermazione che se c'è un impedimento fisico non si riuscirebbe mai? Io ho la sensazione che si tratti solo di paura.
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
se ad esempio vi è un grave problema vascolare deve essere attentamente valutato perchè le terapie farmacologiche in questo caso potrebbero non essere efficaci.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org