Utente 414XXX
Buonasera dottori,vi leggo spesso e siete per me fonte di informazioni,ho deciso così anche io di scrivervi,partiamo dal principio che sono nato con una forma di ipospadia, a mio avviso curata malissimo (fistola ancora aperta) e qualche pelo nell'uretra...infanzia un po travagliata in quel senso,così alla bellezza di 25 anni ho cercato di avere il primo rapporto sessuale con la ragazza vergine anche lei,che amavo e credevo mi amasse...quel unico tentativo non è andato per nulla bene,non ho avuto più occasioni perché lei mi ha lasciato a motivazioni di blocchi sessuali e problemi familiari suoi (così ha detto non è giusto dubitare) e da allora inutile dire che sono insorti in me molti dubbi...con voi volevo parlare di quello riguardante le dimensioni del mio pene che non mi danno pace...credo sia di 12,si forse 13 cm...non riesco a capire manco come si misura,se dalla parte superiore,se di lato (dove forse potrebbe toccare i 14 o che) fatto sta che se sono sdraiato sembra anche più piccolo in erezione,mi chiedo se questa cosa sia normale..e quando è in erezione tende a stare orizzontale e non verticale,ultima cosa per chiudere in bellezza (scusatemi) il glande è curvo...cosa potete dirmi di tutte queste cose? Esiste inoltre la possibilità di un allungamento? Vi ringrazio di cuore col cuore,scusatemi ma sono un po giu.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro utente,
purtroppo è venuta meno, durante il Suo sviluppo genitale, la figura dell'andrologo.
Una volta operato non ha più parlato ne con i suoi familiari ne con il suo medico di quella che èl'educazione sessuale.
E' purtroppo una cosa molto frequente, ma il fatto che lei abbia avuto una ipospadia alla nascita imponeva dei controlli nel tempo.
Ad ogni modo, complimenti per il coraggio, per rivolgersi cioè a questo sito.
La piattaforma multimediale permette a noi medici di orientare voi pazienti ma non permette la formulazione di una diagnosi certa.
Secondo lei uno sviluppo irregolare del pene può avere influenze sulla sua genialità e sulla sua sessualità? direi proprio di si. Non perda tempo, si rivolga al suo medico curante o ad uno specialista che potrà educarla e soprattutto rendersi conto obiettivamente della sua situazione.
Le dimensioni che riferisce rientrano nella norma, la curvatura ventrale, è una condizione spesso associata all'ipospadia.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente,
le dimensioni in erezione rientrano nella media, non si dovrebbe preoccupare. Anche perchè l'orgasmo femminile non dipende dalle dimensioni del pene del partner...Il pene che rimane orizzontale in erezione è normale. Non deve stare verticale al pube...certo, si deve muovere ma la posizione naturale è orizzontale. Il glande ricurvo può essere normale in un paziente con ipospadia. Per quanto riguarda l'allungamento, lasci perdere! Non ne vale la pena nel suo caso. Sono inteventi complessi, non scevri di insuccessi e delusioni. Non lo consiglierei a nessuno se non in casi patologici. A presto
[#3] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Vi ringrazio di cuore per le risposte..Ma secondo voi è possibile raddrizzare il glande? Comporta accorciamenti o cose del genere? Può essere normale che da in piedi il pene eretto sembra più grande? Poi ho notato che durante l eiaculazione il liquido fuoriesce anche dal buco sotto,credo che possa provocare problemi anche con l uso di un preservativo. ..non mi ritengo disfattista ma realista e reputo che nella mia parte inferiore non si salva proprio nulla,è stato sbagliato tutto...sono in tempo a rimediare? Senza parlare poi di danni psicologici e dubbi che mi ha portato questa dolce signorina di cui sopra ho raccontato.. il sesso è qualcosa di chimerico...il mio obbiettivo nella vita è nonostante tutto quello di riuscire un domani a farmi una famiglia e di diventare un buon padre...ma il sesso è diventata una difficoltà psicologica per me in tutti i sensi...ho già preso appuntamento da un sessuologo anche se non so come e quanto possa aiutarmi...intendo solo impegnarmi perché sembrerebbe l unica via di uscita o sarò condannato a stare solo per l eternità
[#4] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Raddrizzare il glande penso sia molto complicato. Dalla mia postazione non posso valutare quindi non saprei... Se ha questi dubbi e queste domande, le consiglio una visita urologica. Penso che sia corretto anche il suo percorso con il sessuologo...mi faccia sapere. A presto
[#5] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Dottore se non è possibile raddrizzare il glande (speravo di si) e tale curvatura non mi dovesse (dato che non ci sono riuscito,causa ansia,credo sia stata colpa mia) rendere possibile la penetrazione che facciamo? Ci diamo agli amici e ai film per tutta la vita.....in tutta sincerità in linea di massima quanto sono efficaci,a grandi linee...i sessuologi? Vi chiedo scusa della mia petulanza ma è una questione un pochino importante per me :)
[#6] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Dovrebbe sottoporsi ad una visita urologica e valutare quello che si può fare...Io parlo senza conoscere la situazione. Tutto può essere possibile. A presto