Utente 345XXX
Buonasera,
mi vergogno a scrivervi nuovamente ma purtroppo non riesco a risolvere questo problema di salute che mi condiziona la vita.
Ho 33 anni peso 57 chili sono in salute. Mi sono state asportate in passato due dermoidi alle ovaie e anche l'ovaio sinistro perchè il primo dermoide era troppo grosso, prendo la pillola da anni ma i controlli ginecologici vanno bene.
Da qualche anno sono vittima di uno strano sintomo: mi sento una strana sensazione al petto come se da un momento all'altro il cuore dovesse fermarsi, come se rallentasse pian piano, dopo qualche secondo un brivido sulla schiena e lungo le gambe quasi una sensazione di svuotamento come se pian piano dovessi svenire e infine sbadigli e sensazione strana alla lingua non formicolio ma cm se avessi mangiato qualcosa di piccante a volte vertigini. Gli sbadigli vanno avanti ad oltranza per una mezzoretta. A volte è al petto altre volte alla testa, come se si spegnesse l'interruttore. Ma non ho mai perso i sensi quindi i dottori parlano di pre-sincope. Ho fatto una marea di accertamenti: elettrocardiogramma più volte, ecocardiogramma, Holter 24 ore + installazione di un apparecchio loop sotto pelle per minitorare i battiti (impiantato circa 1 anno e mezzo fa), visita neurologoca, elettroencefalogramma, esami del sangue... tutto nella norma. Ora lo so che voi vi occupate spesso di patologie gravi e vi sembrerà una banalità ma vi assicuro che io sn molto coraggiosa, ho un alta soglia del dolore, lavoro e faccio la vita di sempre come se questo sintomo non ci fosse. Il problema è che quando si ripresenta (come poco fa) vado nel panico perchè è assolutamente una cosa improvvisa e che non riesco a gestire: e' come se stessi per morire più che svenire e mi lascia sempre perplessa oltre che molto spaventata. Poi epr carità terminato il momento di panico dopo qualche ora in cui cessa lo spavento è come se nulla fosse successo, faccio la vita di sempre fino al prossimo attacco. Mi spaventa perchè nessun medico capisce di che si tratti, perché per lavoro sn spesso alla guida della mia auto. Qualcuno ha ipotizzato nervo vago ma nn mi accade mai quando sono in piedi e non c è un apparente causa né esterna né interna, niente. Qualcuno ha parlato di ansia e per un periodo ho preso Xanax quando avevo questi attacchi ma dura talmente poco che passa cmq anche senza medicine e si ripropone senza alcuna logica.
Per favore non so più a chi rivolgermi, cardiologo (ennesimo) neurologo?
Ho solo tanta paura e vi giuro che se non fosse una cosa seria non vi scriverei. Vorrei almeno capirne la causa e se si tratta di una cosa seria.
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Direi che con gli esami cardiologici effettuati ha escluso ogni causa cardiaca.
Il termine "pre - sincope" francamente non ha alcun senso.
Io fossi in lei mi rivolgerei ad un neurologo: la sintomatologia non è certamente di pertinenza cardiaca.
Utile un Head Up Tilt Test se non l'ha già fatto.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.