Utente 415XXX
Buonasera gentili Dottori,
vi scrivo per una curiosità personale, e premetto che non sonoassolutamente una persona che assume sostanze stupefacnti o altro. Sono un ragazzo di 27 anni e di recente essendo stato ad Amstedam con degli amici mi è capitato di fare un tiro da uno spinello contenente ashis. Pur in gioventù avendo avuto possibilità di provare non ho mai voluto. E' quidni una cosa che non avevo mai provato prima in tutta la mia vita e mai più ripeterò perché non ne sento bisogno, so bene ciò che comporta l'assunzione o abuso di sostanze di qeusto tipo (studio psicologia), è semplicemente stata una volta nella vita in piena consapevolezza e forse curiosità.

Detto ciò....
La mia domanda di tipo medico/scientifico è questa: quanto ci mette a entrare in circolo il principio attivo?
Sembra una domanda stupida, ma in realtà mi è sorta proprio dopo aver fatto un solo tiro, una volta sentito il fumo nei polmoni dopo nemmeno 2 3 secondi ho sentito come un piccolo capogiro e mi chiedevo ma il tempo per entrare in circolo è solo di 2-3 secondi? Ho cercato ovunque un dato del genere ma non ho trovato risposte.
Quindi quanto è il temp medio per entrare in circolo il principio (in secondi per esempio)?

Grazie per le vostre risposte.
Buona serata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Pochi secondi per entrare in circolo, poi deve entrare nel cervello per produrre gli effetti, o nei tessuti.
Non è detto che quel che ha sentito fosse legato a quello, a volte sa che l'aspettativa degli effetti produce alcuni effetti. Si capisce bene dopo, quando l'effetto arriva in maniera inequivocabile.
[#2] dopo  
415259

dal 2016
Buonasera Dr. Pacini

La ringrazio molto per la professionalità e la sua risposta.
Prima di replicare non posso che condividre questo aspetto valido, allargando la visione, in molti lati della vita "Non è detto che quel che ha sentito fosse legato a quello, a volte sa che l'aspettativa degli effetti produce alcuni effetti."

Tornando alla domanda: mi son espresso male, in effetti per entrare in circolo ci mette pochi secondi.
La domanda era, ( contantodo che Il sangue deve percorrere polmoni-cuore ed esser pompato fin su.)
Non essendo medico, e con la mia infarinatura di farmacologia mi chiedevo più che altro quanto fosse il lasso di tempo che impiega a "giungere al cervello", diciamo così, dopo che si trova nei polmoni.

Era questa la mia curiosità medica.

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Gli effetti sono chiaramente avverti nell'arco di cinque minuti, diciamo. Dipende anche da come uno fuma, perché la profondità dell'inalazione determina una concentrazione nel sangue molto più "massiccia", e il passaggio è poi rapido da sangue a cervello. Dipende anche chiaramente dalla concentrazione del thc nel preparato.
[#4] dopo  
415259

dal 2016
Ho compreso, vi sono molte variabili in effetti che non consideravo.

Mi ha chiatito il dubbio, parlandone con lei però mi è venuta un'altra curiosita correlata.
Non so se sia mai stato calcolato ma... Come dicevo un flusso sanguigno che parte dai polmoni (ossigenato) deve passare da cuore prima di arrivare al cervello, pompato dal muscolo cardiaco.
Quanto ci mette a percorre questa distanza un dato globulo rosso che parte dalla zona polmonare e arriva alle cellule cerebrali (mediamente parlando ovviamente)?

La ringrazio se vorrà e avrà tempo di rispondre a questa mia curiosita ^^

Buon lavoro Dottore.
[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se la sostanza passa bene nel cervello, la cosa è praticamente istantanea. Non è che questo accada per qualsiasi cosa. Ci sono sostanze che passano nel sangue ma non nel cervello, altre che passano bene attraverso tutte e due.