Utente 872XXX
Buongiorno.Ho 34 anni e dalla nascita presento una forma di pectus excavatum,a mio avviso lieve/moderata.Devo dire che non ho mai avuto grossi problemi dal punto di vista funzionale,avendo fatto anche molti sport(nuoto,calcio,corsa.etc per esempio l'anno scorso ho fatto anche trekking).Agli esami che ho fatto presento un prolasso mitralico,presumo sia dovuto alla conformazione del mio torace.Ho letto dalle risposte e anche in altri siti che il pe non è grave ma che a volte ci può essere un coninvolgimento cardiaco e/o polmonare.Ho fatto semplici test come la spirometria risultanti nella norma per i polmoni e l'rx torace perchè avevo anni fa(un senso di bruciore al petto.L'rx non ha rilevato niente.Ho fatto ecg,ma non ho mai fatto ecocardiogramma.Volevo chiedere se nel momento in cui c'è un prolasso mitralico,bisogna ricorrere alla chirurgia o meno(eventualmente posso anche inviarvi rx torace se ne avete bisogno),oppure se dipende dalla gravità della compromissione cardiaca.Grazie per la risposta.
[#1] dopo  
62314

Cancellato nel 2008
In genere il p.e., a meno che non sia molto infossato, non richiede trattamento chirurgico se non per semplici motivi funzionali. abbastanza frequente l'associazione con il prolasso mitralico: se il prolasso è associato a insufficienza mitralica da moderata a severa, l'indicazione chirurgica alla plastica mitralica si pone se il paziente è sintomatico (mancanza di fiato per sforzi lievi, palpitazioni) o se ci sono segni di sofferenza cardiaca (ingrandimento e ipocinesia del ventricolo sx).
Utile eseguire ecocardiogramma per queste valutazioni.
Mi faccia sapere
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Concordo con quanto scritto dal collega precedente.
Faccia periodicamente (ogni 2 anni) un ecocardio per valutare la valvola mitralica

cordialmente