Utente 415XXX
salve,
la scorsa settimana ho approfittato di una giornata di prevenzione di un laboratorio privato ed ho fatto dei controlli ematici per il rilevamento del colesterolo e della glicemia. Premetto che ultimamente mi rendo conto di non mangiare benissimo e sto abusando un po di uova e patatine in sacchetto e aperitivi ed ci sono casi nel ramo familiare di mio padre( un suo zio aveva sempre valori elevati di colesterolo cattivo ed e'morto di infarto a 75 anni.) Vi chiedo i miei valori sono comunque nella norma? mi sembra di capire siano borderline, mi preoccupo? faccio ulteriori controlli? sicuro iniziero'un regime alimentare più corretto eliminando cibi grassi ecc ecc , tornerò a correre come ho sempre fatto e berro' di meno.
i valori sono i seguenti:
glicemia 84 rif 70-105
colesterolo tot 212 rif 100-200
hdl 55 rif >40
triglicerdi 91 rif <165

cosa ne pensate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
mi pare che non ci sia motivo di preoccupazione alcuna.
Faccia tuttavia una dieta sana eliminando le patatine, non le uova che devono rientrare in un regime alimentare equilibrato.
Perda peso e se può cammini almeno un'ora al giorno.
Ripeta il colesterolo totale tra tre mesi. Il suo LDL è di 138.8 mgr/dl, dunque nel range di normalità
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore,
Innanzitutto la volevo ringraziare per il suo consulto!!!!
Sì in effetti credevo anche io che non dovesse essere una situazione drastica o preoccupante ma comunque voglio migliorare questi valori!!!!!!
Sono un pochino??? Bel pó ipocondriaco, ma meglio così non tutto il male è per nuocere !!!!
Mangeró di meno e cammineró di più!!!!
Promesso !!!
Mi chiedo solo che quel tipo di parentele possa aver influito geneticamente? È possibile che abbia ereditato da questo zio paterno una sorta di predisposizione genetica al colesterolo alto?
Oppure è già troppo lontana come parentela?
Grazie mille ancora!!!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Si considerano gli ascendenti diretti: padre e madre.
Lei dimagrisca e vedrà che si dimenticherà dello zio ipercolesterolemico.
Buon fine settimana.
Dott. Caldarola.