caldo  
 
Utente 351XXX
buonasera, vorrei sapere se il sentire una forte spossatezza soprattutto una forte fiacca nelle gambe ma anche un certa confusione mentale che si accentuano con il caldo estivo potrebbero essere collegabili ad un problema cardiologico/neurologico, preciso che in concomitanza con i sintomi descritti la pressione risulta normale; poichè i su detti sintomi mi invalidano molto anche nelle normali funzioni quali ad esempio nel camminare , sarei grato se mi indicate cosa dovrei fare e a quale medico specialista rivolgermi. ringrazio anticipatamente per un gradito riscontro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sicuramente il forte caldo, specie se umido, influisce negativamente sul suo benessere.
Pertanto non ometta mai di bere almeno due litri di acqua frazionatamene durante la giornata.
Non mi dice se questa sintomatologia è di insorgenza recente, o perdura da svariati anni. Soprattutto la confusione mentale che lei riferisce.
Per quanto riguarda il cuore, sarebbe bene, se non l'ha mai fatta, una visita cardiologica che comprenda ecocardiogramma color doppler, ecocoldoppler dei vasi del collo ed un Holter ECG/24h onde valutare la sua attività cardiaca durante una giornata qualunque, segnalando i momenti "salienti" con il pulsantino.

Se tutto risultasse regolare il disturbo diverrebbe di competenza neurologica.
Io credo che la strategia migliore sia di procedere per tappe....
Faccia sapere, se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Gent.mo Dott. Caldarola, La ringrazio innanzitutto per il Suo cortese e sollecito riscontro, e Le preciso quanto mi ha chiesto; sono almeno 7/8 anni che ho i sintomi descritti, con il particolare che all'inizio li percepivo solamente con il caldo estivo, mentre adesso pressochè sempre e peggiorano con il caldo estivo; quindi essendo da parecchio tempo ovviamente ho già cercato di ricercare la causa del mio problema indagando in primis l'aspetto cardiologico, poi facendo esami del sangue, visita endocrinologica con relativi esami, poi visita neurologica ,insomma ne ho già fatte di indagini, purtroppo non venendo a capo di niente e questo è quello che mi preoccupa molto. In particolare per l'aspetto cadiol. ho fatto più di una visita cardiol. e vari elettrocardiogr. , con ecocardio, Holter tutto sembra nella norma, l'unica cosa che mi è stata diagnosticate è l'aritmia extrasistolica ventricol. monomorfa che a parere del medico non dovrebbe essere trattata , Mi sono sottoposto anche elettrocardiogr da sforzo però molto tempo fa nell'anno 2008 in quell'occasione la pressione era salita a 210/100mmHg. L’esame è stato interrotto per aumento patologico della pressione sangue, ricordo che il medico presente parlò addirittura di rischio di ictus. Anche dalla visita neurologica tutto normale e la cosa mi lascia molto perplesso, temo che non sia stato valutato il problema attentamente. Devo dire che sembrerebbe tutto normale ma sta il fatto che io lamento i sintomi che ho detto e questi mi pesano e mi invalidano moltissimo, addirittura a volte sembra di non essere "padrone delle gambe" che comunque le sento che sono meno forti di prima. La saluto ancora distintamente e Le sono grato se vorrà ancora rispondermi.-
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei presenta tante di quelle problematiche che non è possibile darle alcun consiglio via web.
La dovrei visitare ma attraverso uno schermo non è possibile.
Mi dice che ha fatto tutti gli esami possibili, che sono risultati nella norma: il neurologo non ha ritenuto di farle eseguire una RM dell'encefalo con una angio RM dei vasi del collo e di quelli del circolo intracranico?
Io l'aiuterei volentieri ma non posso farlo certo per via telematica.
Me ne dolgo.
Buona domenica,
Dr. Caldarola.