Utente 229XXX
buona sera,in poco più di un anno l'andrologo mi ha prescritto prima testoviron,poi gonasi,dopo le iniezioni il testosterone si è alzato di poco al di sopra del valore minimo,per poi in poco tempo tornare al di sotto.dopo le ultime analisi con testosterone a 2,2 ng/ml [valore riferimento 2,4-8.3] il medico prescrive testoviron 250 una iniezione ogni 15 giorni x 3 volte e a distanza di una settimana dall'ultima, esame del testosterone totale,con risultato 2,5 ng/ml,quindi di poco superiore al valore minimo.ma non avrebbe dovuto essere ben più alto dopo 3 iniezioni di testoviron? non sarebbe il caso di fare esami più approfonditi per scoprire la causa di questo testosterone basso?faccio presente che in passato la prolattina è risultata bassa,fsh e lh nella norma,anche se vicini ai valori minimi e ultimamente non più verficati.l'unico farmaco che assumo è valsartan ,ma non penso che abbassi il testosterone.non ho erezioni,ma non avendo nessun desiderio sessuale non me ne faccio un problema.il problema sono la sonnolenza e la stanchezza che ho continuamente,tanto che non è raro che mi addormenti anche mentre lavoro e che ho il dubbio siano dovute al testosterone...
ringrazio per l'attenzione
buona serata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho delle perplessità circa il rapporto diretto tra il testosterone,talaltro ai minimi del range normale,e la sintomatologia riferita.L'ipogonadismo é un'altra cosa e si caratterizza per una serie di fenomeni che interessano il comparto uro genitale,quali calo della libido,erezioni insufficienti,contrazione del volume eiaculatorio etc.,cui non fa riferimento nel post inviatoci.
Infine,le sottolineo come noi non valutiamo l'efficacia biologica degli ormoni,bensì unicamente il dato quantitativo numerico. Probabilmente ,potrebbe essere il caso di rivolgersi ad un andrologo dedicato.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
innanzitutto grazie per la risposta...ma andrologo dedicato cosa significa?sono già seguito da un andrologo,ho tutti i sintomi dati dal testosterone basso,erezioni completamente assenti e se con lunghe stimolazioni riesco ad ottenerne [comunque con scarsa rigidità] appena la stimolazione cessa l'erezione scompare,all'istante.
con il cialis la situazione non è migliorata di molto e i tentativi di rapporti sessuali si sono rivelati dei fallimenti umilianti e imbarazzanti.da qui la decisione di non provarci nemmeno più.
stranamente però lo spermiogramma effettuato su richiesta dell'andrologo ha dato risultato perfetto,come ,parole del medico,se ne vedono pochi,tanto che ha supposto che al laboratorio abbiano commesso qualche errore.
la mia domanda,che forse non ho esposto in modo chiaro,è: come è da ritenere un testosterone a 2,5 dopo 3 iniezioni di testoviron quando il valore minimo è 2,4?
non dovrebbe essere ben più elevato?
cordiali saluti...
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...un andrologo dedicato,prima pone la diagnosi e poi prescrive la terapia.Nell'ultimo post fa un cenno ad una terapia con tadalafil,che é un vasodilatatore,peraltro senza esiti favorevoli.Inoltre,ci risulta che sia iperteso,in terapia,e,le ricordo come la funzione erettile sia prettamente vascolare e non ci risulta abbia eseguito un ecocolordoppler penieno....Credo che il collega si sia soffermato troppo sul testosterone,la cui determinazione é solo quantitativa,non qualitativa.Infine,lo spermiogramma é,forse,il più fedele testimone della attività androgenica,e,da quanto ci trasmette,sembra essere perfetto...ma con il dubbio.Come é il volume e la consistenza dei testicoli?Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,l'andrologo ha espresso dubbi sullo spermiogramma in quanto ha detto che con testosterone basso non è possibile che sia perfetto come risulta dai numeri .i testicoli li ha definiti nella norma e alla prostata,tramite esplorazione rettale,non ha trovato nessun problema.ho avuto uno sviluppo regolare,barba,peli ecc...pene senza curve strane o problemi di fimosi o infiammazioni o infezioni,direi di dimensioni nella norma,18 cm in erezione.l'eiaculato dello spermiogramma era 4 ml e la quantità più o meno è sempre quella.mai notato odori,colori o consistenza strani.i problemi di erezione sono iniziati circa 4 anni fa,allora i valori ormonali erano tutti nella norma e tramite ecocolordoppler con iniezione mi fu diagnosticato iniziale problema veno. occlusivo.buona giornata.
.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...iniziale problema veno-occlusivo a mio avviso,non esiste. Se non ha fiducia nello specialista di riferimento,ne contatti uno nuovo.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
mi scusi,riporto pari pari l'eco color doppler penieno del 2012

"esame eseguito con sonda da 7,5 mhz sia in condizioni basali che dopo farmacostimolazione con 10 mgc di PGE 1
allo studio ecografico non si evidenziano lesioni a livello delle strutture peniene.allo studio ecocolordoppler velocità sistolica ,a livello delle arterie cavernose ,nei limiti della norma,velocità diastolica positiva per tutta la durata del test.
risposta erettiva caratterizzata da buona tumescenza peniena.ma rigidità incompleta.
conclusioni: quadro emodinamico caratterizzato da iniziale alterazione del meccanismo veno-occlusivo"
lei cosa ne pensa? e io cosa devo pensare?
non ho studiato medicina e non ho certo i mezzi per stabilire se ciò che mi dice un medico esiste oppure no.
tra l'altro ricordo che in quell'occasione il medico disse che l'ipertensione ,di cui non mi ero accorto di soffrire ,oltre a causare ipertrofia concentrica del ventricolo sinistro,riscontrata durante esame cardiologico,aveva danneggiato i vasi del pene.
a questo punto penso che si,o l'andrologo ,che tra l'altro pago, mi da risposte certe su quale sia il mio problema o dovrò ascoltare un altro parere.
la ringrazio per l'attenzione,buona serata.


[#7] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
buon giorno,torno sul consulto per avere possibilmente un parere e porre un quesito:secondo l'andrologo da cui sono in cura testosterone basso e problemi erettivi sono stati causati da quasi 30 anni di uso più o meno continuato di antidepressivi e cercando su internet ho letto di una sindrome,pssd...può essere?
da 3 settimane sto facendo tostrex e cialis 5 mg ogni 3 giorni e da alcuni giorni ho notato buone erezioni se mi sveglio durante la notte e al mattino,ma non altrettanto buone in occasione di rapporti sessuali,anzi,erezioni piuttosto scadenti.questo mi fa pensare a problema psicologico...
in attesa di eventuale parere,ringrazio per l'attenzione.