Utente 363XXX
Salve. Ho 25 anni, non fumatrice. Ex sideropenica.
3 settimane fa ho avuto un episodio di dispnea ( avuto anche lo scorso agosto) e risoltosi da solo.
Questa volta si è ripresentato ma è accompagnato da dolori allo sterno sopra il seno ( sia dx che sx), oppressione al petto e sforzo nel respirare molto pesante. Costrizione toracica ( impossibilità a fare respiri lunghi).
A dicembre feci una spirometria normale.
A novembre raggi polmoni per altre cause. Normali.
Scorso agosto ECG ed eco cuore normali.
Ieri visita medico curante che non ha avvertito niente ascoltandomi però mi ha dato da fare L aerosol e una nuova spirometria tra 10 giorni ( lo
Specialista non è in zona).
Io ho paura di una pleurite o peggio pericardite.
Lo scorso mese ho fatto un ciclo di antibiotici per una infezione urinaria. Cosa ne pensate voi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
attualmente la sintomatologia è persistente?
O si è completamente risolta?
Sembrerebbero crisi asmatiformi.
Con i limiti della distanza credo che il cuore c'entri nulla.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Salve. Al momento è presente il dolore toracico sopra il seno e dietro la schiena parte alta. Non peggiora con la respirazione, e' sempre uguale e con le manovre che mi ha fatto il medico di base la situazione era uguale. All'ascolto ieri non ha rilevato nulla mentre respiravo. Però io ho seriamente paura di una pericardite perché ho notato che i sintomi sono simili ai miei. Il dolore e' sub continuo, con delle pause. Maggiormente a destra ma prende tutto lo sterno. Si accompagna a questa dispnea che è una sensazione di mancanza d'aria e impossibilità di fare dei respiri profondi. Più che dolore io mi sento oppressa. Mi sento costretta.
Non so come muovermi sinceramente.
Lei cosa ne pensa?
Ripeto la sintomatologia e' presente ora. Ho già avuto crisi di dispnea in passato durate parecchio tempo però sempre senza dolori toracici.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La diagnosi di pericardite mi pare poco probabile, dato che questa si accompagna a febbre.
Parrebbe più un dolore muscolo scheletrico.
Tuttavia, considerato che la distanza non mi permette di valutarla direttamente, se ha questo dubbio si rechi ad un P.S.: una pericardite si diagnostica molto facilmente.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
No io ho questo dubbio solo perché non capisco bene cosa possa essere. Ho 36 di temperatura, pressione buona.
Secondo lei, se non fosse pericardite cosa potrebbe essere?
Pensa che una causa cardiaca sia poco probabile? Come si diagnostica?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La pericardite si diagnostica clinicamente e non per via telematica.
L'esame dirimente è l'Ecocardiogramma color doppler integrato dagli indici di infiammazione nel sangue che sono alterati.
Se lei è convita di avere una pericardite, deve rivolgersi al suo medico che le prescriverà quanto necessario. Compreso un banale ECG.
Faccia sapere se vuole.
Per mia scelta e per regolamento non faccio ipotesi diagnostiche per via telematica. Mi spiace.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Il mio medico pensa ad asma. Mi ha segnato
La spirometria e le prove allergiche. Però io ho questa dispnea forte e questo dolore toracico che è diverso dalle altre volte.
Sono spaventata. Una volta avevo sintomi simili ma senza dolore toracico. Solo dispnea e ho fatto ECG ed eco ed erano negativi. Potrebbero essere comunque validi? Anche se fatti mesi fa? Ripeto avevo dispnea comunque ma non dolore toracico ed oppressione ma la dispnea era molto forte ( più di ora).
Grazie!! E scusi il disturbo..
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se lei teme una pericardite, l'ecocardio fatto "una volta" non è più utile.
Le ricordo che prima di buttarsi a capofitto su esami strumentali un vero medico trae preziose informazioni dalla semplice auscultazione del cuore e del torace.
Io non posso darle rassicurazioni più di quelle che le ho dato: con 36°C di temperatura la pericardite e la pleurite sono veramente molto improbabili.
Resto dell'opinione che lei abbia un dolore muscolo scheletrico, opinione ovviamente telematica.
Perciò se teme altro, si rechi o chiami la guardia medica, pagata appositamente dal SSN, o vada al P.S.
Ne guadagnerà in tranquillità psicologica. Si spera.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#8] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Il dottore mi ha ascoltato il torace m, la respirazione tutto e non c'era nulla.. Non ha sentito nulla.
Può essere già qualcosa secondo lei?
Ora sto facendo l'aereosol con il clenil ma non ho giovamento, sopratutto per il dolore.
Ma se fosse un dolore muscolo scheletrico la dispnea potrebbe essere correlata o no?
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se il dolore non le permette di espandere totalmente il torace la dispnea è correlata.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
No non è il dolore che non mi permette di espandere il torace.
Avverto una oppressione al torace e non riesco ad espanderlo completamente, e da qui credo la dispnea.
Però non è il dolore, ma è il torace che resta abbastanza contratto e poco espansibile.
Cambia qualcosa? Più correlato ad altro che al
Cuore?
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora,
lei è stata visitata da un medico.
Il quale ha avuto il privilegio di poterla auscultare.
Se avesse notato che qualcosa non quadrava l'avrebbe mandata in P.S.
Se lei ha una crisi asmatica o una iperattività bronchiale con un quadro asmatiforme, al clenil deve aggiungere un broncodilatatore.
Poiché il quadro non è drammatico, aspetti domani e si rechi dal suo medico che ha senz'altro maggiore opportunità di gestirla bene rispetto alla via telematica.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio. In effetti mi era stato suggerito il breva da mettere. Però non vorrei che poi la spirometria uscisse alterata ( devo farla il 5 luglio), lei che ne pensa?
Si possono comunque escludere cause cardiache secondo lei?
Posso prendere anche un antistaminico oltre all'aereosol?
Grazie!!
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora,
lei deve fare la terapia che le è stata data dal medico.
Non la deve modificare a suo piacimento o secondo sue supposizioni.
Il breva sospeso 24 h prima della spirometria non altera un bel niente.
Per quanto riguarda l'antistaminico: non posso darle terapie a distanza senza visitarla.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
No certamente ha ragione. Solo che lo specialista mi aveva dato il breva ma a telefono, senza visitarmi perché non in zona.
Il medico di base invece mi aveva dato solo il clenil dopo la visita perché dice che manca una diagnosi per darmi altro. Non ho fatto di testa mia ecco. Il medico di base ha aggiunto che sia il clenil che il breva alterano la spirometria anche se devo farla il 5 luglio, ma non è vero, ho ragione?
Inoltre le chiedo secondo lei quindi posso escludere anche cause cardiache o altre cause polmonari ( es enfisema)?
Io non fumo, ho una alimentazione salutare e sono magra. Solo che ho un'ernia iatale da scivolamento ( diagnosticata con la gastroscopia) e sono piena di 'bolle' rosse di dubbia natura ( forse un'allergia ad acari o peli di cane), che ho maggiormente sulla pancia e sul braccio.
La ringrazio!!
[#15] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Dottore allora cosa ne pensa? Non ho più dolori ma ho sempre questa dispnea che oltretutto ha dei picchi durante la
Giornata per poi diminuire a riposo e di notte.
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ho la netta sensazione che la sua dispnea sia "ansiogena".
Parlo di sensazione perché non la posso visitare e dunque non posso formulare né una diagnosi né un trattamento terapeutico.
Ma se lei quando si sofferma sugli atti respiratori, a cui normalmente non poniamo attenzione, comincia a sentire di non poter riempire in modo soddisfacente i polmoni, è molto verosimile la componente ansiogena.
Ne parli con il suo medico che potrà auscultarla con un bel Littmann Master Cardiology.....
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#17] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Cos'è questa cosa che mi ha scritto del Master Cardiology? Mai sentito prima.
No, la sensazione è questa: io respiro, ad un certo punto ho bisogno di più aria ( e'
Insoddisfacente quella che respiro) e faccio respiri più profondi: però questi non mi riescono, non riesco a completarli e ho bisogno sempre di più aria che però non entra. Delle volte succede per quasi tutta la giornata, altre ho tregua.
A riposo ( stesa o seduta) e la notte sto meglio.
Che cosa ne pensa adesso?
[#18] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora rilegga la # 16 con attenzione!
Le ho anticipato quello che mi ha riscritto.
Non possiamo stare a chattare.
"Ma se lei quando si sofferma sugli atti respiratori, a cui normalmente non poniamo attenzione, comincia a sentire di non poter riempire in modo soddisfacente i polmoni, è molto verosimile la componente ansiogena." Mi pare estremamente chiaro.
Il Littmann è uno stetoscopio.
Saluti,
Dott. Caldarola.