Utente 415XXX
Buonasera a tutti gli esperti e professionisti,
mi trovo qui a scrivere per chiederVi gentilmente un consulto su una situazione abbastanza anomala che mi ha indotto alla ricerca.

Premetto che è la prima volta che succede: a seguito di una masturbazione, con grande stupore, ho notato che lo sperma fuoriuscito era come sopradescritto e cioè quasi solido e viscoso, stranamente "a pezzetti" in mezzo ad un liquido incolore e trasparente. Sottolineo che poco prima dell'eiaculazione ho avvertito come una specie di ostruzione all'interno del pene (non a testicoli o altre parti) che avevo già provato altre volte quando sentivo come se lo sperma non uscisse tutto e rimanesse bloccato dentro, questa volta è stato come una specie di liberazione, come se ciò che era rimasto le altre volte fosse uscito tutto insieme dopo un ingorgo.
Ho percepecito indolenzimento, delle strane pulsazioni, più sollecitavo la masturbazione più pezzetti uscivano e diciamo che è stato volontario questo mio perseverare, con lo scopo appunto di liberare ciò che sentivo bloccato. Ho toccato il tutto con le dita e mi sono accorto che scivolava e non si incollava, nonostante sembrasse gommoso al tatto.

L'anno scorso, per 3 volte, ho sentito una fitta fortissima, come una spilla gigante spinta e azionata contro il testicolo sinistro che è durato fortunatamente solo pochi attimi. Allarmato parlai allora con il mio medico curante che, dopo un paio di visite, mi disse che non c'era nulla di preoccupante e che se fosse ricapitato avrei dovuto eseguire tutta una serie di test che poi mi avrebbe prescritto.
Fortunatamente non è più successo e, sbagliando, non ho eseguito nessun test accertante.

Potrebbe trattarsi di due problemi correlati tra di essi? Cosa può essere successo all'interno del mio organo riproduttivo?
La domanda principale però è, visto che non mi fido per niente del mio medico curante, quali esami mi consigliate e da che tipo di specialisti?
Adesso basta, non voglio più trascurare il mio stato di salute e il mio corpo.

Grazie mille anticipatamente a chiunque vorrà darmi un sostegno.

Cordialmente,

Gianluca.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
uno spermiogramma una spermiocoltura ed un esame urine sono di rigore. Poi consulti esperto andrologo. Da come la descrive sembrerebbe una rara forma di patologia prostatica, che comunque va visitata dla vivo medoiante esplorazione rettale.