Utente 415XXX
Buonasera dottori
Vorrei un vostro parere riguardo a ciò che mi è successo dopo infiltrazione di filler, la prima volta che ho fatto un filler, subito dopo e per il resto della giornata ho avuto sensazione di febbre e malessere generale, il giorno dopo era tutto a posto e tutto è andato bene .
Dopo due mesi ne ho fatto un altro, e di nuovo per i due giorni consecutivi, stessi malesseri con sensazione di febbre, ho assunto antinfiammatorio, tutto si è risolto, ma dopo circa tre/quattro giorni ho avuto febbre alta e tosse che si è risolta con antibiotico. Adesso va tutto bene Ma vorrei capire se c'è correlazione tra le due cose, considerando che non avevo particolari gonfiori né parti molto doloranti se non dei lividi, e che raramente prendo l'influenza.
Mi dispiacerebbe doverci rinunciare, ma mi preme sapere se reiterando potrei rischiare qualche grave reazione.
Vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Salve.

Potrebbe aiutarci se ci dicesse quale sostanza è stata utilizzata.

Dovrebbe aver ricevuto un tagliandino e/o copia del consenso informato con la descrizione dettagliata del prodotto.


Prego,
dott. Serafino Pietro Marcolongo
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore, la prima volta voluma, la successiva Redensity II, grazie
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Entrambi i prodotti sono costituiti prevalentemente da acido ialuronico, sostanza biocompatibile ed estremamente sicura!

Tuttavia la contemporanea presenza di altre sostanze, tra cui la lidocaina, potrebbe generare l'ipotesi di una correlazione tra la sintomatologia riferita ed i trattamenti effettuati.

Il questi casi è consigliabile informare sempre il medico che l'ha trattata per un approfondimento sull'accaduto.


Prego,
dott. Serafino Pietro Marcolongo
[#4] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore, alcuni mi hanno detto che potrebbe trattarsi di una reazione infiammatoria, o una sensibilità nei confronti del crosslinkaggio o residui proteici .
Non so però se continuando posso scatenare una reazione pericolosa o qualcosa di più grave, Ci sono esami ematici che potrebbero chiarire la situazione?
La ringrazio nuovamente
Buona giornata