cisti  
 
Utente 415XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 19 anni e verso Marzo 2015 sentivo qualcosa vicino al coccige. Inizialmente credevo fosse un brufolo interno e non ho detto nulla perché è durato 10 giorni e poi è scomparso del tutto. Ad Agosto 2015 ritorna e in 2 giorni inizia a farmi un dolore assurdo che mi impediva persino di camminare. Ho prenotato subito una visita; mi hanno diagnosticato una cisti sacro coccigea e lo stesso giorno il chirurgo mi ha inciso per drenare l'ascesso che si era formato. Medicazioni giornaliere fino a che la ferita non si è chiusa del tutto. Tutto apposto per 2 mesi..ma verso Dicembre inizia a farmi male di nuovo ma niente di che. Un mese fa ha iniziato a cacciare sangue e pus, cosa dovrei fare?? Il sangue esce quotidianamente.
Vi ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
in considerazione dei ripetuti episodi di infezione, Le consiglio di prendere in considerazione l'intervento chirurgico per rimuovere la cisti sacro-coccigea. Con l'occasione, Le invio il blog presente sul nostro sito a riguardo della cisti sacro-coccigea o sinus pilonidalis
http://www.medicitalia.it/blog/chirurgia-pediatrica/6157-sinus-pilonidalis-tecnica-mini-invasiva.html
Ovviamente, sarà opportuno eseguire una visita chirurgica per valutare la situazione e di procedere al momento a mantenere pulita la regione sacro-coccigea e a rimuovere i peli residui.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dr Olivieri per la sua risposta. La zona viene pulita quotidianamente con dell'acqua ossigenata e con una crema adatta. Vorrei eseguire l'operazione solo con tecnica mini invasiva. Ho una soglia del dolore molto bassa e me ne sono accorto durante le medicazioni post incisione. Quindi vorrei evitare medicazioni con zaffo e quant'altro..Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Ottimo, continui ad eseguire le medicazioni quotidianamente fino alla risoluzione dell'infezione in atto.
Certamente, il trattamento mini-invasivo le eviterebbe le fastidiose e prolungate medicazioni previste con le tradizionali tecniche chirurgiche e le consentirebbe di riprendere precocemente le sue attività quotidiane.
Buona serata.
[#4] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Scusi di nuovo il disturbo, volevo porle un'altra domanda. E' possibile mettere la crema all'ittiolo direttamente sulla ferita?
[#5] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
In realtà no, perché saranno già presenti uno o più tramiti fistolosi dai quali fuoriesce il materiale siero-ematico; per tale motivo è opportuno eseguire le medicazioni o lavaggi con soluzione fisiologica o acqua ossigenata.
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille per la sua disponibilità!
[#7] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
A sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.