Utente 151XXX
Buongiorno da ipertesto vorrei un chiarimento più preciso.senza polemiche ma con chiarezza il dott.caldarola
Sostiene che la pressione deve essere 120/70.su questo sito invece si parla di seguire OMS. Cioè l'organizzazione mondiale della sanità che indica valori ottimali 120/80.diversi cardiologi da me consultati mi hanno consigliato addirittura 120/90 e solo una 120/80.ora aldilà che uno la dica in modo diverso ci sono prove scientifiche che OMS non sia aggiornata o è la sua esperienza che ha notato una sicurezza migliore in Futuro? Francamente a 70 la minima in estate da molta più stanchezza che ha 80 per chi purtroppo lavora come me,ma se ci sono prove scientifiche per una sicurezza maggiore sono pronto ad aumentare anche andando in contro hai cardiologi che scrivono tenersi sotto 120/90.credo sia utile un dibattito ma senza fare polemiche soltanto per chiarire con dati corretti cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Utente 15100,
il dott. Caldarola, che le risponde, ha gestito presso l'Università degli studi di Bari l'Ambulatorio per l'Ipertensione Arteriosa nel dipartimento per la Prevenzione, lo Studio e la Cura della Ipertensione arteriosa diretto ai tempi dalla compianta professoressa Anna Pirrelli, chenon è stato un nome qualunque nel campo dell'ipertensivologia.
Il dott. Caldarola non scrive castronerie per riempire le pagine dei consulti e chiamarlo in ballo vuol dire che Lei ha voglia di fare polemica con il dott. Caldarola.
Poiché il dott. Caldarola non ha tempo da perdere con le sue supposizioni e quelle dei Colleghi ignoranti che le dicono che 90mmhg di P.A. Omerale diastolica sia un buon valore, il dott. Caldarola le posta un link della SIIA (Società Italiana dell'Ipertensione Arteriosa), con un consiglio direttivo formato dai migliori ipertensivologi italiani, così se è sufficientemente intelligente trarrà le conclusioni da solo.
Diversamente si faccia aiutare nella comprensione.
http://siia.it/cose-lipertensione-arteriosa/#
Come spero avrà modo di comprendere la P.A. Omerale OTTIMALE è <120/80 mmhg. Il che significa che la massima deve essere sotto i 120 e la minima sotto gli 80mmhg. Così capisce meglio.
Il resto se lo legga da solo.
E chiaro che uno può accontentarsi della mediocrità o tendere ai valori ottimali raccomandati: gli effetti si vedranno nel tempo.
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2006
Infatti lo tirata in ballo proprio perché non mi accontento della mediocrità .la SIIA dice le stesse cose dell'oms cioè infatti sotto 120/80 .e qui che volevo chiarire e non polemizzare .non metto in dubbio ne la sua professionalità ne quella dei suoi colleghi,ma nei consulti che seguo giornalmente ormai da anni su medicitalia mi è caduto l'occhio sul suo che consiglia sotto 120/70.per me raggiungere quel dato come per chiunque vuol dire aumentare il dosaggio e quindi più effetti collaterali ma se ne vale la medaglia sono pronto a seguirlo tutto qua.credo che sia un chiarimento importante per il rapporto medico paziente.cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
No guardi credo che lei non abbia colto che il valore che la mette al riparo da eventi cardio-cerebrovascolari E' INFERIORE A 120/80 cioè in sostanza più è basso il valore pressorio più la terapia e ' efficace.
Chiaramente il tutto inquadrato in un contesto clinico per cui ogni paziente e' diverso dall'altro.
Ma la radicata abitudine dei medici italiani di accontentarsi di130-140/90 o più e' solo italiana! Appunto !
Ho pazienti con 115/65 che conducono una vita dinamica ottimale.
Quindi non generalizzi; lei non è il prototipo dell'iperteso; si rivolga ai suoi curanti per ottenere terapia e valori che considerino adeguati al suo benessere.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2006
Si dott.caldarola lei ha ragione quando dice che si accontentano di valori superiori 120/80 questo lo notato anch'io. Il punto è proprio questo ,non si è al riparo da conseguenze in futuro,e sono soddisfatto di questa precisazione che spero possa servire ad altri pazienti. Cordiali saluti