Utente 416XXX
Sono un ragazzo di 26 anni

Pratico corsa a livello agonistico, e 1 settimana fa durante un allenamento(ad alta intenstità) ho iniziato a sentire dolore al collo del piede ,che nel corso dell'allenamento è aumentato fino a rendermi impossibile anche il solo poggiare il piede a terra ed inoltre il piede si presenteva gonfio con leggero edema nella zona dell'avampiede.

Il giorno seguente sono andato in ospedale per fare la radiografia e ho fatto anche una risonanza magnetica in una clinica privata:
-ESITO RADRIOGRAFIA:frattura composta della diafisi distale del terzo metatarso
-ESITO RM: esame eseguito utilizzando frequenze T1, T2 pesate su multipli piani dello spazio. L'esame ha messo in evidenza, a livello del secondo e terzo spazio intermetatarsale la presenza di due formazioni ad intensità cistica e capsulate con dimensioni massime rispettivamente di 31mm e 19mm. I reperti descritti appaiono compatibili in prima ipotesi con quadro di borsite cistica essudativa in sede intercapito-metatarsale. Nella norma l'intensità di segnale di segmenti scheletrici in esame. Lieve incremento della quota fluida a livello dell'articolazione tibio tarsica.

In ordine cronologico(ma tutto nella stessa giornata) ho fatto prima la RM, ma alla notizia che la risposta della stessa mi sarebbe stata data solo dopo 4 giorni, sono andato in ospedale a fare una radiografia onde eliminare l'ipotesi frattura(dato il forte dolore). All'esito della radiografia(riportato sopra) mi è stato applicato un gesso da portare per 25 giorni, e il medico ha giustificato la frattura come FRATTURA DA STRESS

Volevo un Vs pare in merito a questa situazione.

È' possibile che da radiografia risulti una frattura e dalla RM no?
Queste cisti possono aver portato,unite alla corsa ad alta intentistà, alla frattura del metatarso?
E in generale a cosa possono essere dovute queste cisti?

Ringrazio in anticipo chi avrà la cortesia di rispondermi
[#1] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia che lei ci ha raccontato fa pensare in effetti ad una frattura da stress!!!

È' possibile che da radiografia risulti una frattura e dalla RM no?
E' MOLTO STRANO !!!

Queste cisti possono aver portato,unite alla corsa ad alta intentistà, alla frattura del metatarso?
DIREI DI NO ANCHE SE ANDREBBERO VISTE

E in generale a cosa possono essere dovute queste cisti?
SENZA POTER VEDERE LE IMMAGINI DELLA RMN APPARE DIFFICILE RISPONDERE A QUESTA SUA COMPRENSIBILE DOMANDA

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Innanzitutto la volevo ringraziare per la risposta, e ci tenevo ad aggiornarla sulle mie condizioni cliniche.

Al controllo fatto dopo una settimana dall'applicazione del gesso, ho eseguito un RX che ha confermato la frattura(composta) nello stesso stadio in cui si presentava una settimana prima. Mi è stato però rimosso il gesso ed applicato un tutore, da portare fino al primo agosto senza nessun tipo di carico e continuando a camminare con i bastoni canadesi.
Sempre in sede di controllo ho portato i risultati della RM,che evidenziavano le cisti, al mio ortopedico il quale mi ha detto(senza vedere le immagini ma leggendo solo la risposta scritta) che andranno valutate una volta rimarginata la frattura.
È un giusto approccio o si possono anticipare i tempi di verifica di tali cisti?

Essendo io uno sportivo, in ottica attività agonistica, più o meno quando potrò ricominciare ad allenarmi in modo costante e totale?

Grazie per la sua certa futura risposta
[#3] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
È un giusto approccio o si possono anticipare i tempi di verifica di tali cisti?
NON CI E' POSSIBILE FORNIRE COMMENTI CLINICAMENTE RILEVANTI SENZA POTER CONOSCERE IN ALCUN MODO LA PATOLOGIA DI CUI SI PARLA
DI QUALE CISTI SI PARLA INFATTI???

Essendo io uno sportivo, in ottica attività agonistica, più o meno quando potrò ricominciare ad allenarmi in modo costante e totale?
DOMANDA COMPRENSIBILE MA LA RISPOSTA ANCHE QUI E' MOLTO DIFFICILE
SI RICORDI CHE NON CONOSCIAMO LA SUA CORPORATURA, LA SUA MUSCOLATURA E NON ABBIAMO IDEA ESATTA DELLA MORFOLOGIA DELLA FRATTURA E DELLA SUA VELOCITA' DI RIPARAZIONE
A CIO' SI AGGIUNGA CHE UNO SPORT COME IL NUOTO LO RIPRENDERA' MOLTO IN FRATTA LA BICICLETTA POCO DOPO PER LA CORSA GENERALMENTE SONO NECESSARI ALCUNI MESI

Cordiali saluti