Utente 416XXX
Buongiorno,
ho un quesito da porvi, sicuramente provocherà il sorriso per qualcuno, ma si sa, ad ognuno il suo mestiere, dunque ciò che è ovvio e scontato per qualcuno, lo sarà meno per altri e viceversa.
Dunque parto dal presupposto che sono una persona sana, pratico sport abitualmente, non sono un fumatore, mi concedo un paio di bicchieri di buon vino soltanto in compagnia una volta a settimana, e sono già diventato padre di uno splendido bimbo in maniera del tutto naturale con la mia ex moglie.
Da poco più di 5 anni, dopo la separazione, convivo con la mia attuale compagna, ed abbiamo un'attività sessuale certamente più intensa rispetto quella che ho avuto con la mia ex moglie, in generale ogni giorno almeno 2 ma in alcuni periodi (ferie/festività) anche 3/4 eiaculazioni suddivise nell'arco giornata.
Ciò che sto verificando da qualche tempo è, una sensibile diminuzione del volume del liquido seminale, (in genere la mattina è più abbondante) e della consistenza, apparentemente più liquido, inoltre, ed a mia impressione, ho la sensazione che il volume dei testicoli sia diminuito, quest'ultima è un'impressione che non ha riscontro, visto che non ho mai pensato di misurarli, dunque potrebbe semplicemente trattarsi di "convinzione mentale".
Il mio dubbio è questo, siccome da qualche mese stiamo valutando di avere un bimbo, può un'attività sessuale intensa continuativa inficiare sulla bontà del liquido seminale e dunque potrebbe presentarsi qualche difficoltà nel momento in cui dovessimo decidere di fare questo passo? E quali possono essere i problemi che tale eccessiva attività può arrecare?
Diciamo che il dubbio nasce dal fatto che, nel mio modello del corpo umano, credo che la produzione "giornaliera" di spermatozoi non è infinita, dunque eccessive eiaculazioni potrebbero equivalere ad un deficit spermatico, che credo e spero torni alla normalità nel momento in cui l'attività sessuale rientri in parametri standard.
Nell'eventualità ci sono degli integratori naturali (multivitaminici ed eventualmente a base di cosa), o alimentazione particolare che possa aiutare l'eventuale deficit?
Grazie mille per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Il numero di eiaculazione non inficia la qualità spermatica e non comporta alcun problema di fertilità. L' unica cosa è che, per ogni eiaculazione, il numero di spermatozoi è minore. Ma questo è un fattore fisiologico avendo più eiaculazioni al giorno. Per valutare la sua qualità spermatica consiglio di effettuare uno spermiogramma. Ne parli col suo medico curante. Cordiali saluti