Utente 352XXX
Salve, sono in FA cronica da 5 anni e assumo coumadin, congescor, lasix, tiratec, totalip, eutirox, pantorc, e antistaminico.
Ho fatto un ecg dal medico curante di controllo, e dopo essere stato visionato da un loro cardiologo interno, è risultato questo:

Fibrillazione atriale a fvm 85 min.
Scarsa crescita di R da V1 a V3
Anomalie aspecifiche della ripolarizzazione ventricolare.
FC 78
Qrsd 80
Qt 368
Qtc 420

Qrs 15
T16

Dato che nei precedenti non avevano mai riportato la scarsa crescita di R da V1 a V3, devo pensare che abbia avuto un infarto nel frattempo?
Il mio cardiologo non l'ho ancora interpellato.
Grazie a chi mi risponderà.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
scarsa progressione della R da V1 a V3 non é sinonimo di infarto.
andrebbsro visionati entrambi gli ecg
arrivederci

cecchini