Utente 410XXX
Gentilissimi medici, vorrei un chiarimento sulla situazione di mio padre che a beve sará operato. Mio padre nel 2005 ha giá subito angioplastica in urgenza per infarto con arresto cardiaco, è poi sempre stato seguito con costanza dai medici e tutto ok fino ad un recente controllo di aprile in cui compaiono onde t negative. In seguito a ciò viene fatta la coronografia ma non si può intervenire perché c'è una stenosi critica calcifica dellIVA al II tratto in corrispondenza dell'origine D1, quest'ultimo presenta stenosi critica ostiale e si biforca precocemente in due vasi di buon calibro ed estensione. I medici dicono che è necessario intervenire e programmano per questo mese l'intervento l ma ci dicono che la procedura è più rischiosa del solito perché su una biforcazione. Premesso che bisogna intervenire ma vorrei capici di piú ..... Secondo voi verrá comunque fatta l'angioplastica o in questi casi viene fatta un altra procedura? È molto rischioso intervenire sulle biforcazioni?
Mi scuso se pongo delle domande con un linguaggio non pertinente, ma essendo estranea alla materia spero capiate;
In attesa di una risposta cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dipende molto dal tipo di stenosi, che e' impossibile descrivere a parole, va vista la coronarografia.
Spesso le stenosi delle biforcazioni possono essere trattate con angioplastica, in caso contrario si deve ricorrere all'intervento chirurgico
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Ok grazie, io ho capito che è un intervento di angioplastica, detto in parole povere mi hanno detto che la procedura è più rischiosa perché si potrebbe perdere una parte di funzionalitá se l'altra vena si chiude.... Può essere? Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
si langioplastica di una biforcaziine puo essere particolaemente delicata e complessa
augurimed arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Ok grazie mille