Utente 311XXX
Salve sono un ragazzo disabile in carrozzina con paraplegia post traumatica dovuta ad un incidente stradale.
Ho ancora delle erezioni spontanee ed il mio pene misura 17.5 cm di lunghezza anche se ha una curvatura verso il basso che mi disturba a livello estetico e psicologico. Per avere un rapporto completo uso il Cialis.
Non avendo la sensibilità vorrei sapere quanto impegnativa può essere l’operazione per raddrizzare il pene e vista la mia patologia se vado in contro a problemi.
Un altro problema è che una notte mi si si è girato un testicolo hanno provato a salvarlo ma ormai era troppo tardi e quindi sono con uno atrofizzato. È possibile inserire una protesi (so che è fattibile) ma sempre non avendo la sensibilità potrei incorrere in problemi di piaghe da decubito anche se già adesso ovviamente sto attento a non sedermi sopra. Quanto durerebbe la convalescenza? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro utente,
per il pene, l'intervento lo si consiglia quando la curvatura è tale da rendere molto difficoltosa la penetrazione; inoltre il tipo di intervento varia da caso a caso. Essendo ventrale la curvatura, l'intervento glielo consiglierei solo in casi di reale necessità in quanto spesso è necessario operare in prossimità dei nervi del pene.
Per il discorso della protesi, sicuramente può beneficiarne ma si procederebbe in ogni caso con l'asportazione del testicolo atrofico.
Entrambi i tipi di intervento possono essere eseguiti in day surgery.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto, vista la sua spiegazione sarò più propenso alla sola protesi del testicolo.