Utente 417XXX
salve e buonasera,
sono un ragazzo 18 anni e so di non essere ne il primo ne l'ultimo ad essere tormentato dalle dimensioni del mio pene che sono di 14 di lunghezza e 13 di circonferenza . dopo essermi informato so di essere nella media ma cio non mi convince della normalità del mio pene perchè ogni componente delle mia famiglia e ogni mio amico sia della palestra sia del calcetto ha delle dimensioni superiori alle mie ovviamente nella situazione flaccida che nel mio caso sembra essere rimasta a quelle della terza elementare per quanto ricordi o forse prima. chiedo scusa se ripeto domande poste gia d altri ma nel forum ce ne sono tantissime e le risposte sono sono spesso differenti o contrastanti. sono arrivato al punto di chiudermi nel bagno durante la doccia per vergogna di mio padre ( che tra l'altro ha un pene di dimensioni nella fase flaccida addirittura superiori alle mie in erezione) . ho avuto un unico confronto medico all'eta di 12 anni quando la mia pediatra mi disse che era tutto nella norma. ho delle eiaculazioni credo normali da 4 anni e la situazione clinica è nella norma come anche quella ormonale. i fattori che mi hanno spinto a chiedere un consulto online sono diversi: non ho voglia di discutere di questo problema con i miei genitori perchè l'argomento è assoluto tabù e sarebbe molto imbarazzante, io ho un migliore amico con il quale mi conosco da 9 anni che aveva il pene delle stesse dimensioni del mio, se non inferiori che da un anno e mezzo ha sviluppato e ora ha un pene che secondo me è di dimensioni normali. un episodio che mi ha fatto riflettere molto è stato il mio ultimo rapporto con una ragazza durante il quale lei alla vista del mio pene è rimasta stranita come se fosse qualcosa di strano anche se ha cercato di fare finta di niente si percepiva il suo imbarazzo . volevo sapere se io ho completato lo sviluppo se devo preoccuparmi se è solo una questione psicologica se si può risolvere o se ormai è troppo tardi. preferirei non avere contatti con un medico di persona almeno non in questo momento e non nella mia zona perchè ho famigliari medici e infermieri e la notizia si diffonderebbe molto velocemente. se c'è qualche consiglio che possiate darmi sarò davvero contento di ascoltarlo .

ringrazio in anticipo della risposta
cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la dismorfofobia peniena,mancata accettazione delle misure longitudinali e circonferenziali del proprio pene,pur essendo normali,é,come ha potuto valutare navigando sul web, un disagio molto frequente tra tutti i maschi,a tutte le età,particolarmente quella giovanile.Alla sua età,ormai,i giochi sono fatti e,quindi,non resta che passare al giudizio della futura partner che,sottolineo, valuterà il suo pene in erezione,cioè nella fase idonea al coito.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
ringrazio per la risposta
[#3] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
comunque vorrei chiedere un chiarimento sempre leggendo online ho letto che le dimensioni del pene dipendono per circa l'80% dal nostro patrimonio genetico. però non capisco come mai tutti i miei famigliari sia paterni che materni hanno dimensioni superiori almeno per quanto riguarda la situazione non eretta. da cosa può essere dipeso?
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...gli aspetti genetici e/o familiari circa le dimensioni del pene sono controversi e,per quel che riguarda la mia esperienza,assai poco significativi,come dimostra,anche,la sua realtà.Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
il suo pene ha dimensioni assolutamente normali per la razza italiana e nessuna ragazza potrebbe meravigliarsi delle a meno che ne abbia visiti molti in erezione per fare un confronto...
Il grosso problema delle dimensioni del pene nasce quasi sempre dal web dove impera un diktat " tutti i maschi devono avere peni di dimensioni superiori alla media" Si possono vedere scene sessuali con donne diverse, con poco seno, magre, grasse, giovani o vecchie ma sempre con uno,mini dotati di peni di misura estremamente superiore alla media.
I giovani, grandi fruitori del web-sex sono indotti a pensare che tutti gli uomini abbiano dei peni simili a quelli degli attori porno e se ne possono fare un problema che sostanzialmente non esiste.
Alla ragazza che si meravigliava delle sue dimensioni potrebbe chiedere se lei fosse disposta a farsi penetrare da più uomini contemporaneamente per ore ed ore come nei film porno?
gli uomini e donne porno sono degli attori non dei soggetti normali
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Però io non mi sono confrontato con gli attori porno ma con le persone che mi circondano, i miei amici. Ho visto svilupparei miei compagni di squdra uno a uno nel corso degli anni e non capisco perche a ognuno di loro sia successo e a me no
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il giudice più attendibile é la partner con cui si ha un rapporto sessuale .Cordialità.
[#8] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
innanzi tutto ringrazio per il tempo che mi avete dedicato però forse non mi sono spiegato il problema non è con le compagne che troverò in futuro ma con l'intera società gli altri ragazzi mi scrutano nelle doccia della palestra fanno commenti, io mi sento in imbarazzo più in certe situazioni che in un rapporto dove l'intimità attenua molte preoccupazioni.
inoltre voglio capire se alla fine posso fare qualcosa per cambiare o non c'è nulla da fare a parte la chirurgia plastica?
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ad oggi, non esiste né una terapia chirurgica,né farmacologica,né
fisiatrica che possa soddisfare la sua richiesta.Le ricordo ancora una volta che il pene in stato di riposo ha una funzione minzionale ed estetica,mentre in erezione svolge il suo ruolo sessuale.Credo che un colloquio psicosessuologico possa essere utile.Cordialità.