Utente 404XXX
Buongiorno e complimenti per il sito e la disponibilità che avete. Volevo portare alla vostra attenzione un mio problema che mi perseguita da un pochino di tempo.
Come premessa volevo dirvi che fin da piccolo ho avuto sempre un prepuzio che di tanto in tanto mi dava qualche problema nello scoprire il glande in erezione, anche se comunque devo dire che non ho mai avuto problemi di fimosi. tempo fa in un normale controllo andrologico, mi è stato diagnosticato un frenulo corto, che poteva darmi problemi ma non ho voluto toglierlo per paura (poi di fatto non mi ha dato mai problemi).
arrivo quindi al mio problema attuale. da un po di tempo ho il prepuzio infiammato, con delle lacerazioni che vanno e vengono(ieri mattina mi sono svegliato con il prepuzio screpolato con dei taglietti, ed un accenno di anello che però dopo la doccia e aver lavato le parti intime diciamo è andato via, sono rimasti solo dei piccoli taglietti (piccolissimi e non sanguinanti). questo problema( che a volta nel corso della mia vita si è presentato), ora va avanti da diverso tempo (poco tempo fa durante un rapporto orale ho avvertito un fastidio terribile, forse per la meccanica troppo forte e la poca lubrificazione e il prepuzio misi è subito gonfiato moltissimo,ma diciamo il giorno dopo non avevo più nulla, solo bruciore e rossore)
sono andato dal dermatologo , per paura avessi il lichen scleroatrofico, ma lui ha escluso questa possibilità in quanto il mio prepuzio e glande non presentavano alcun segno di tale malattia, i ha detto che il prepuzio appariva soltanto un po infiammato, di non avere rapporti per una decina di giorno e di farlo sfiammare per bene. mi ha dato una crema solo per ristabilire la normale fisiologia della pelle.
però dopo qualche giorno(ieri per la precisione e senza avere nessun rapporto nel frattempo) si sono presentati i famosi taglietti, secchezza e rossore, con l'anellino ce come ho detto prima se ne è andato.
ora ok che non è lichen, ma qualcosa dovrei pure avere.
mi ha consigliato la circoincisione, ma non vedo il motivo visto che sale e scende il prepuzio.
io credo di avere una infiammazione, spesso ho sofferto di infiammazioni li sul prepuzio.
che ne pensate?

grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se non è lichen, allora la circoncisone ci sta in quanto tecnica risolutiova di infiammazione con esiti cicatriziali che rendono anelastica la cute.
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta, volevo chiederle una cosa.
io credo di avere comunque infiammazione, che va e viene, ma mi è capitato di andare per due volte dal dermatologo proprio nella fase in cui non c'era diciamo quasi nulla.
Ma se fosse una infezione micotica, questa può andare e venire via così?
Poi io riesco ad abbassare senza problemi il prepuzio con il pene non in erezione, anche se noto che c'è un anello che stringe, in erezione non ho difficoltà a scoprirlo ma naturalmente essendoci l'anello faccio più fatica.
io credo che l'infezione abbia creato l'anello e non credo che l'anello(che è lieve) possa infiammare il prepuzio.
non ho problemi di pulizia quindi, visto che si abbassa tutto.
Possibile che la soluzione unica sia la circoncisione?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
tutti i prepuzi stretti vanno incontro ad infiammazione. Credo che la circoncisione sia irrinunciabile.