Utente 410XXX
Salve,
ho ho 34 anni. Qualche settimana fa mi sono rivolta al mio medico curante perché da un paio di giorni quando facevo esercizio fisico al termine provavo un senso di nausea e mal di testa. Il dottore mi ha misurato la pressione (poco dopo che avevo fatto attività fisica) e ha riscontrato una pressione di 150/100. Siccome anche in passato avevano riscontrato che avevo un innalsamento della pressione "da camice bianco"(mi innervosisco molto quando so che mi devono misurare la pressione). Così mi ha prescritto un holter pressorio e cardiaco che ho fatto qualche settimana più tardi. Il giorno che l'ho fatto ero un po' agitata e avevo un po' di mal di testa. Ora ho ricevuto i risultati. L'holter cardiaco era totalmente a posto mentre quello pressorio ha riscontrato valori un po' elevati durante la notte una media di 136/93 e durante la notte 124/79. Il mio dottore mi ha detto che i valori limite sono 135/85 per il giorno e 120/70 per la notte. Il medico mi ha detto che devo prendere pasticche per regolare la pressione. Gli ho chiesto se fosse possibile cercare di regolare questi valori (che a me non sembrano così eccessivi) con la dieta e cambiando un po' il mio stile di vita prima di ricorrere a farmaci. Sinceramente mi preoccupa una pressione alta perchè nella mia famiglia mia madre ne soffre e mio nonno è morto giovane a causa di una ischemia, ma mi sembra anche che io sia molto giovane per iniziare a prendere farmaci alla mia età, soprattutto farmaci che dovrò prendere per il resto della mia vita. Il mio medico è stato abbastanza categorico e ha voluto prescrivermi un farmaco da provare. Sinceramente vorrei avere qualche opinione se il mio caso è così grave da dover prendere farmaci. Sincerametne non avrei alcun problema a cercare di impagnarmi per perdere un po' di peso (non sono grassa ma qualche kg potrei perderlo), aumentare l'attività fisica che al momento faccio in modo irregolare e modificare la mia dieta (evitando caffè, sale etc).
Grazie in anticipo se potete darmi qualche consiglio, se rivolgermi ad uno specialista o a un dietologo...

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Chiariamo: la pressione arteriosa deve essere inferiore a 120/80 mmhg durante il giorno con un ulteriore fisiologico abbassamento durante la notte (effetto dipping).
Ciò è statuito dalle più grandi associazioni che si occupano di Cardiologia e Ipertensivologia. Aggiorni il suo medico.
Il suo Holter pretorio (l'ABPM) non l'ho visto ma se il suo medico ritiene che debba curare l'ipertensione farmacologicamente non c'è età per iniziare la cura: i danni che ne deriverebbero le farebbero rimpiangere questa avversione a curarsi. Dieta ed attività fisica sono complementari.
Piuttosto le consiglio di programmare un Ecocolordoppler cardiaco per verificare l'assenza di ipertrofia ventricolare sn.
Se vuole può tenerci informati.
Saluti,
Dott. Caldarola.