Utente 114XXX
Gentli Dottori,
uno dei consigli che di solito vengono forniti al fine di ritardare l'eiaculazione, e quindi, aumentare le performance sessuali è quella di "agire" sul perineo cercando di farlo "rilassare".

Sto usando questa tecnica ed effettivamente mi sta portando dei benefici.

L'unico metodo con cui riesco ad arrivare al rilassamento del perineo è quello che, in campo medico, dovrebbe essere conosciuta come manovra di Valsalva, ovvero, mantenendo una leggera contrazione addominale come se stessi defecando, durante il rapporto sessuale.

Approfitto di questo consulto per chiedervi se, a vostro avviso, questa può essere considerata una pratica "accettabile", e se, col passare del tempo, potrebbe procurare dei danni.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i rimedi per ritardare l'eiaculazione vanno considerati empirici e,quindi,non esportabili per tutti i casi...Se trova giovamento,continui senza timore di procurare improbabili danni allo apparato uro-genitale.Ha eseguito uno spermiogramma con coltura?Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore

se durante un rapporto sessuale lei trova il modo per concentrarsi a contrarre certi muscoli, a non respirare.....in pratica a "staccarsi" dall'atto sessuale probabilmente può influenzare la tempistica eiaculatoria.
un mio paziente che aveva una eiaculazione velocissima mi diceva che aveva qualche risultato se dalla penetrazione vaginale cominciava a pensare di aver penetrato la vecchia e decrepita nonna della sua fidanzata avendone un effetto sulla eiaculazione..
ma era un rapporto piacevole o un esercizio fisico di chi dura di più?
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2006
ringrazio innanzitutto delle risposte e approfitto per chiedere:

Dr. Izzo: L'esame che ha indicato, in questo caso specifico, a cosa mi potrebbe giovare?

Dr. Pozza: Quello a cui lei fa riferimento è anche questo uno dei tanti consigli che si possono leggere sul web, ma a questo punto io mi chiedo: se giova alla causa, perchè non farlo? :)
Io personalmente non ho mai provato in quanto penso che possa risultare un po svilente a lungo andare, ma un semplice esercizio fisico di blanda contrazione muscolare perchè no?
So che a livello medico-scientifico, è ormai riconosciuto da più parti che l'amplesso per l'uomo dovrebbe durare solo pochi minuti, ma c'è da dire che "purtroppo", abbiamo a che fare con donne sempre più esigenti :) Quindi a questo punto cosa fare?

Grazie
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...lo spermiogramma andrebbe sempre eseguito dopo i venti anni...Cordialità.
[#5] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2006
Grazie dottore, non lo sapevo...può essere definito come un esame di "routine"? Con quale cadenza andrebbe fatto?

Grazie
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...dovrebbe essere annuale...Cordialità.