Utente 417XXX
Salve, sono una ragazza di 18 anni.
Premetto che non ho mai avuto un rapporto completo, ma in seguito a preliminari non so se sono vergine o meno. Il 24 Giugno (credo che era un mio giorno fertile) ero col mio ragazzo (entrambi nudi), in macchina, lui era seduto normalmente sul sedile e io sopra di lui. Al mio ragazzo, mentre gli stavo praticando preliminari, è uscito un po' di liquido lubrificante (credo si chiami), non era sperma, l'ho asciugato con le mani e dopo un paio di secondi ha tentato di penetrarmi, non ci siamo riusciti per assenza di spazio e perché non riuscivamo a far entrare il pene in vagina , sembrava reggere per un paio di secondi e poi si toglieva.. dopo di che sono rimasta su di lui e mi ha soltanto spinta su e giù per pochi secondi.. L'8 Luglio mi viene il ciclo (scarso), ma senza ritardi eccessivi. Le altre volte era sempre normale, non scarso. Dopo di che sono andata dal ginecologo, subito dopo il ciclo e, mediante ecografia esterna, ha detto che non ho nulla e che non sono in gravidanza.. Però io penso che anche se lo fossi stata, dopo due settimane, non penso si sarebbe visto qualcosa. Dal giorno dopo, avverto fastidio alle ovaie in modo costante per una settimana, nausea e capogiri , la settimana successiva rivado dal ginecologo e non mi trova ugualmente niente.. Ho fatto il test di gravidanza e mi risulta negativo, ma continuo a non esserne sicura al 100%. Ho paura che tramite ecografia esterna, dopo 3 settimane, il ginecologo non possa vedere granché. A questo punto vorrei sapere: c'è il pericolo che io possa essere rimasta incinta tramite quel liquido? E un'altra domanda che vorrei porgli: ogni volta che pratichiamo preliminari (fino ad oggi parecchie volte) il mio ragazzo si ritrova le dita insanguinate, ma non sembra essere sangue liquido, sembra sangue denso, non capisco la motivazione, visto che all'inizio mi uscì (credo per la rottura dell'imene), e poi non mi uscì più. e ultimamente invece si, mi saprebbe dire cosa potrebbe indicare? La ringrazio in anticipo per la sua consulenza.
[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina visto che è andata dal ginecologo è gli ha chiesto se era in cinta non gli ha posto il problema se l'imene era ancora integro o no? in secondo luogo se le mani de suo partner sono spessom insanguinate quando mette le dita nella vagina è verosimile che l'imene non sia ancora del tutto aperto. io penso che sarebbe opportuno che si facesse visitare dal ginecologo per sapere se l'imene è integro o no, altrimenti con il suo partner (con preservativo) cerchi di avere un rapporto completo come del resto sarebbe giusto. E' evidente che queste cose non si possono fare in macchina e quindi cercate una zona dove possiate essere liberi di esprimervi con serenità. tanti auguri di felicità e benessere in sicurezza. cordialmente
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore, ma io in primis volevo capire se c'era il pericolo di rimanere incinta, in caso quel liquido fosse entrato accidentalmente durante il tentativo di penetrazione. Perché molti dicono di sì ed altri no. In questo mese sono stata molto agitata, tanto che il medico mi ha detto che avevo la colite spastica da stress. Dolori alle ovaie, ai fianchi, sotto le costole, gonfiore addominale, brontolii, mal di testa, diarrea. In più ultimamente avverto dolori che partono dall'inguine e finiscono poco più sotto del ginocchio alla gamba destra, mentre alla gamba sinistra lo avverto dove sta la caviglia, mal di schiena, possibile che sia collegato tutto al colon irritabile o potrebbe essere altro? Sto facendo una dieta e sto cercando di tranquillizzarmi, convincendomi che non sono incinta. In attesa di una sua risposta, La ringrazio in anticipo.
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signorina non c'è alcun pericolo di gravidanza per come avete agito. La sua agitazione può aver attivato un quadro di colite spastica che si meni festa con dolori su tutti i quadranti addominali , al fianco destro, sotto le coste , al fianco sinistro e in basso in regione sovrapubica ( dove lei dice di avere dolori alle ovaie). I dolori alle gambe non sono collegati al colon ma sembrano di tipo nevrotico, ovvero una infiammazione alla colonna con irritazione ai bervi sciatici. Per saperlo provi con due dita a comprimersi il centro del gluteo un palmo sotto l'inizio del sedere. Se le fa male il nervo sia a destra che. A sinistra dovrebbe essere infiammato. Può usare dei cerotti TRANSACT cambiandoli ogni 12 ore. Dovrebbe avere un beneficio. Cari auguri
[#4] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore, gentilissimo. Aspetterò il prossimo ciclo, sperando che sia come le altre volte e constaterò se è un nervo sciatico o altro. Buona giornata!
[#5] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Dottore, un piccolo aggiornamento: al tatto sento il nervo indurito e leggermente dolente toccandolo, proprio dove inizia l'inguine. E, ricordandomi bene, tre settimane fa avvertivo questo specie di dolore alle ovaie che si estendeva fino a metà inguine. È come se avesse colpito un po tutta questa parte. Addirittura sulle ossa dei fianchi avverto dei doloretti. Potrebbe essere quello che dice lei o altro?
[#6] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signora nella sede dove lei tocca non dovrebbe sentire nervi e tanto meno induriti. Mi é difficile darle indicazioni, ma se sente qualcosa di duro potrebbero essere linfonodi infiammati. Maclw ripeto senza visitarla mi è difficile esprimermi. Vada dal suo medico e si faccia visitare. Cari saluti
[#7] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Dottore, un piccolo aggiornamento: ho avuto un rapporto completo l'altro giorno e sangue non è uscito, ho constatato che mi esce soltanto con la penetrazione con dita. Un'altra cosa che mi è successa è che durante una penetrazione con dita ho sentito un nervo nel gluteo sinistro che mi dava l'impressione di accavallarsi e ho dovuto interrompere. Ieri mi è venuto il ciclo, continua a non essere abbondante come le altre volte. Avverto fastidi mai avuti: mal di schiena, che parte dal bacino a salire e male alle gambe, le sento quasi deboli. Non ho fatto sforzi, continuo a non capire cosa possa essere.. È sempre un qualcosa che non riguarda i muscoli, ma qualcosa di interno. Tutti mi dicono che può essere uno strappo, ma non credo possa durare per tre settimane.