Utente 232XXX
Buonasera dottori!
Premetto che in erezione il glande si scopre benissimo, e che da ben 2 anni uso un fazzoletto attorno al glande per tenerlo scoperto, nella speranza che la mucosa si irrobustisca, ma niente da fare.
Sul sesso non è un problema, cioè intendo nella penetrazione. Invece nel sesso orale sento un dolore fortissimo, al punto che devo chiedere alla mia ragazza di smettere, altrimenti perdo l'erezione!
E' un problema che ho dall'adolescenza, quindi niente a che vedere con un'infiammazione momentanea.
In rete, specie su questo sito, ho letto tantissime storie come la mia, e pare che il problema venga spesso trattato con superficialità dagli andrologi, ed al massimo viene consigliata una circoncisione.
Ora, io non ho la minima fimosi, il glande si scopre benissimo, ho una perfetta igiene, e si scopre benissimo sia in erezione che non!
A riposo, se non usassi lo stratagemma del fazzolettino di seta, il prepuzio ricoprirebbe il glande, ma non credo che questo sia anormale! Ripeto, in erezione nessun problema.
Cosa posso fare per risolvere questo problema? Spesso ho usato EMLA e funziona, ma non posso usare questa crema per tutta la vita, anche perchè te lo anestetizza completamente, di conseguenza non sento alcun piacere dal contatto!
Esiste per caso uno spay, una crema, che creai una barriera sul glande? In modo da sentire meno dolore?
Sottolineo che il dolore si presenta sia che il sesso orale venga fatto con tanta saliva, che non.

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Penso che una visita andrologica sia necessaria. Creme e spray anestetici sono la soluzione migliore. Strano che sia una ipersensibilità solamente nei rapporto orali. Soluzioni estreme sono la denervazione del glande ma perderebbe completamente la sensibilità. Mi faccia sapere cosa le dice il suo urologo. A presto
[#2] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta, Dott.Bottai.
Protrebbe anche trattarsi di una forma di prostatite, o dico una fesseria? Ovviamente sarà l'urologo a fare le valutazioni, ma secondo lei potrebbe essere? Se inumidisco il dito e lo passo sulla punta del glande, quindi alla fine del canale uretrale, sento come una scossa in un muscolo sotto i testicoli, credo il pubococcigeo, che si contrae ogni volta che con il dito umido tocca la punta del glande.
Ma anche il resto del glande è molto sensibile. Se lo tocco semplicemente, non sento questo gran fastidio, ma se inumidisco le dita, e simulo il movimento del sesso orale, sento le stelle insomma!
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
ProvI a consultare un andrologo. È un caso particolare. Se ne ha sempre sofferto non penso che la prostata sia coinvolta. Se è iniziato da poco o dopo un periodo di normalità, allora è differente e può essere ricercata più semplicemente una causa. A presto