Utente 417XXX
Buonasera,
Sono in menopausa precoce da circa 1 anno e mezzo.
Al fine della preparazione dell endometrio, per transfer da ovodonazione di blastocisti congelate, ho eseguito isteroscopia con biopsia,in data 12 aprile 2016 con il seguente risultato: frammento di endometrio a tratti con iperplasia ghiandolare cistica. Ho effettuato per 2mesi e mezzo consecutivi, terapia con lutenyl 5 mg e rifatto istetoscopia con biopsia il 04.07. Il risultato è il seguente : endometrio in stato di inerzia funzionale. In entrambe le isteroscopie però si evidenzia l endometrio a tratti iperplastico.
È possibile pertanto che la mucosa prelevata con la prima biopsia era iperplastica e nella seconda biopsia invece no? Se la terapia con lutenyl è stata fficace, allora perché anche la seconda steroscopia evidenzia comunque a tratti, anomale proliferazioni endometriali? ,Cosa mi consigliate affinché possa arrivare al transfer con endometrio assolutamente omogeneo?
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non è necessario arrivare ad un transfer con un endometrio omogeneo dappertutto. Utile, piuttosto, in questa situazione, riterrei un Doppler delle arterie uterine in fase luteale del ciclo (18°, 21° e 23° giorno del ciclo) con una media dei valori riscontrati.
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera professore.
La ringrazio per la risposta.
Purtroppo sono in menopausa da circa 1 anno e mezzo! Anche se questo mese avendo avuto seno gonfio e dolente ho effettuato esame di estradiolo che è risultato in stato di ovulazione, ma il ciclo non è mai arrivato. ( valore 42 ). Quale altro tipo di esame o controllo posso fare per capire se c è una disfunzione?
Grazie professore per la sua disponibilità.
[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le consiglio il Doppler delle uterine (essendo in menopausa ogni giorno è buono). L'isteroscopia l'ha già effettuata.
Utile potrebbe essere un trattamento ormonale di tipo sequenziale, ovviamente sempre che il Curante sia d'accordo per preparare al meglio l'endometrio all'eventuale PMA.
[#4] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore.
Cosa è il trattamento ormonale di tipo sequenziale? È la preparazione per il transfer? La volta precedente come preparazione ho usato progeffik ovuli 3 volte al gg, proginova una volta al gg e 2 cerotti climara da cambiare ogni 4 ,gg. Grazie dottore
[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
IL trattamento sequenziale è un trattamento che si basa sui due ormoni fondamentali che agiscono sull'endometrio, i quali vengono somministrati in maniera cronologicamente consecutiva, così da creare una sequenza. Personalmente lo ritengo un ottimo metodo per creare un endometrio più "omogeneo". Ovviamente si dovrà sentire il parere dei curanti.
[#6] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore.
Quali sono.i due ormoni da monitorare? E da quando monitorarli dall assunzione della terapia per la preparazione al transfer, data la mia menopausa?
Grazie ancora dottore per la sua attenzione
[#7] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Forse mi sono spiegato male. I due ormoni non sono da monitorare ma da assumere. In un certo modo, così che l'endometrio ne tragga beneficio.
[#8] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio infinitamente dottore.
Avrò piacere di aggiornarla dopo consulto con il ginecologo curante ed esami da lei consigliati.
Buon lavoro
[#9] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Perfetto