Utente 349XXX
Salve a tutti, vorrei raccontarvi un'esperienza che mi ha lasciato stranito in ambito di rapporto sessuale.
La situazione è la seguente: ieri ho avuto rapporti con una ragazza, il problema sussiste nel fatto che, dopo 5/67 ( dipende molto ) minuti dalla penetrazione, quest ultima comicia a diminuire e non è piu sufficiente.
Con calma si riprende l'erezione con stimoli manuali e si riinizia il rapporto,
Con erezione cje se ne va sempre dopo tot tempo ( devo dire anche che mi sembra di sentire " poco " )
Il rapporto comunque è soddisfacente per entrambi ( ne ho parlato a fondo con la mia partner ) e l orgasmo c'è per entrambi, peróci si deve bloccare e riprendere l'erezione ogni tot.

La cosa strana e' che,
Sempre ieri sera, l'abbiamo fatto una seconda volta dopo una ventina di minuti e non c'è stato nessun problema, nessun calo...

Volevo chiedervi un parere ( premetto
Che mi e' stato diagnosticato un varicocele bilaterale di 3 o grado ma non so se sia correlato ) perchè credo he sia queastione di ansia ( con la mastubazione non ho mai alcun problema )
Grazie ancora per le risposte, anche perche son dubbi che ho gia esposto a voi tempo fa, peró volevo chiedervi comunque un parere.
Grazie, salve

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la giovane età,la relativa esperienza e,soprattutto,la saltuarietà dei rapporti che,fatalmente,diventano programmati,possono giustificare un'ansia da prestazione che,però,non sempre condiziona la qualità della erezione,particolarmente nel rapporto penetrativo vaginale..
La presenza del varicocele non giuoca alcun ruolo nel determinismo del disagio sessuale sessuale.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per cercare di comprendere il suo problema andrologico bene concentrarsi più su un eventuale problema di "ansia" e non sul varicocele che qui potrebbe non avere alcun ruolo determinante.

Detto questo bisogna poi sentire in diretta un bravo andrologo.

Nell'attesa, potrebbe essere utile, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/1580/Fitoterapie-e-deficit-dell-erezione

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
Ringrazio per le risposte.
Voi credete in un problema d'ansia? Perchè effettivamente da solo non trovo alcuna difficoltá, e nemmeno nel rapporto se non come raccontato.
Se succedesse sempre e mi impedisse il rapporto forse sarei un po piu preoccupato..
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo e risenta, senza inutili drammi, il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto
[#5] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
Ringrazio tutti ed è quello che faró..
Stasera è riaccaduto: rapporto che causa dopo alcuni minuti una diminuzione repentina dell'erezione, che peró viene ripresa.
Ho notato peró che in base alla stimolazione, il pene riesce a rimanere eretto.
Mi spiego: in presenza di una paricolare " posizione " e dj uno stimolo per me soddisfacente, non ho ne ansie ne diminuzioni.
Ol problema sussiste quando la sensazione/piacere è poca, data magari la posizione o altri fattori.
Come posso interpretare ció? Mi sembra proprio che stimolato io non dia problemi, ma che stimolato poco o quasi nulla, l'erezione tenda a scemare...
Grazie per le delucidazioni che spero mi darete
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in questi casi ci si orienta verso un problema funzionale, cioè psicologico, ma bene ora sentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.