Utente 767XXX
Gentili Dottori, dopo aver effettuato uno spermiogramma il cui esito non e' stato per nulla incoraggiante, l'Andrologo presso il quale sono in cura, mi ha opportunamente fatto eseguire una spermiocoltura, dalla quale e' effettivamente emersa la presenza nel liquido di: KLEBSIELLA PNEUMONIAE, e ESCHERICHIA COLI: rifatto l'esame dopo cura con ciproxin 500, e' risultato tutto negativo, per cui lo specialista mi ha prescritto 30 giorni di bioarginina. La mia domanda e' questa: puo' essere stata la presenza delle due infezioni sopra descritte responsabile in parte del basso numero di spermatozoi, e della loro ridotta motilita?... e poi verificato che con la cura di ciproxin queste sono sparite, la somministrazione di bioarginina per 30 giorni e' a vostro parere la cosa piu' opportuna? Premetto di avere molta fiducia nel mio Andrologo...... Grazie......

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
sicuramente la presenza di infezioni può essere causa di alterazioni dello spermiogramma, per quanto rigurada la cura questa sta al suo andrologo che l'ha visitata