Utente 276XXX
Buongiorno Medici,
so che questo argomento è già stato ampiamente trattato ma gradirei ugualmente dei vostri pareri in merito.
Da qualche settimana sto soffrendo di un "problema" che prima non sussisteva nella maniera più assoluta, anzi.
Mi sto riferendo a una scarsa quantità di sperma nell'eiaculato (solo in caso di masturbazione, non ho ancora potuto verificare se ciò si verifica anche in un rapporto, ma i miei dubbi sorgono proprio perchè anche prima non mi succedeva nemmeno con la masturbazione).
mi capita che anche dopo 4/5 giorni di astinenza, dopo la masturbazione la quantità di sperma è ridotta almeno a 1/3 di quella che ho sempre prodotto..
Ho fatto ieri stesso una visita da uno specialista andrologo, il quale mi ha dato il seguente esito:
- gonadi normoposizionate, normovolumetriche, epididimi di normali dimensioni e non dolenti alla palpazione, assenza di ectasie dei plessi, prostata nn
(mi ha specificato a voce che è sana e di piccole dimensioni).
Mi ha prescritto esami per: FT3, FT4, TSH, LH, PRL 2 prelievi (0-30') DHEAS, 17Beta estradiolo, Androstenedione, Testosterone totale, SHBG, Omocisteinemia.
Potrei avere un vostro parere in merito? quali di questi valori potrebbero dimostrare la causa e quali potrebbero essere i rimedi?
Vi premetto che la mia alimentazione non ha subito particolari variazioni dal passato (dieta prevalenza proteica), anzi forse la regolo meglio, assumo diversi integratori alimentari e faccio parecchia attività fisica.
Grazie delle vostre risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

è stata fatta anche una valutazione colturale completa del liquido seminale ed una ecografia della prostata e delle vescicole seminali?

A parte eventuali problemi ormonali, che il suo andrologo sembra aver sospettato, bisogna escludere un problema anatomico, infiammatorio oppure, mai dimenticare, eventuali problematiche psicologiche.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta.
no, non mi sono state prescritte analisi del liquido seminale ne ecografia della prostata e delle vescicole seminali, essendosi l'andrologo limitato a dirmi che è tutto a posto.
L'ipotesi dell'infiammazione è stata esclusa dall'andrologo, sempre in seguito alla visita.
Pertanto credo che con la visita dell'andrologo possa escludere problematiche anatomiche o di infiammazione.
E' proprio questo il mio problema, che alla base non riesco a classificare il problema se come psicologico o organico.
Ma secondo lei, c'è qualche farmaco da banco che potrei richiedere per risolvere? o sono necessari solo antibiotici con prescrizione nel caso?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lasci perdere i farmaci da banco; ora è importante capire la vera e possibile causa dei suoi problemi clinici ed in questo senso una ecografia completa delle vie uro-seminali è una delle prime e fondamentali tappe da intraprendere.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Ok tutto chiaro, una volta verificati i valori ormonali prescritti procederò anche con una ecografia.
Ma è una cosa che posso farmi prescrivere anche dal medico di base o dovrei tornare dallo specialista a farmi fare la ricetta? (scusi l'ignoranza ma è la prima volta che mi capita sta cosa)
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche il medico di base, se la ritiene opportuna, può richiedere una ecografia .

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Grazie nuovamente per le sue risposte.

Cordiali saluti