Utente 392XXX
Salve
Vi scrivo perchè a gennaio mi sono accorta di avere un dolore al piede che avevo scambiato per una vescica. Dopo qualche tempo non andando via è stato appurato fosse altro. Tra ecografie e radiografie è uscito fuori che ho una conformazione dell osso tale che a causa di qualche microtrauma ha fatto si che il tendine si infiammasse. Quindi scarpe rialzate dietro, calzature comode, e riposo..
Non sento dolore se non è a stretto contatto con una calzatura dura, metto antiffiamatori come hanno suggerito e.. "Aspettare". Si puo arrivare ad aspettare anche anni prima di magari poi vedere se peggiora e giungerr ad un intervento, giusto?
Ma io in questo tempo non dovendolo sforzare mi sto privando un attimo di passeggiate in montagna, dello sport, di tante cose che sinceramente a 20 anni potrei voler fare!
Ci sta qualcosa che posso fare senza danneggiare il tutto e magari solo velocizzare il processo di disinfiammazione? Esercizi particolari?
Hanno consigliato le onde d'urto ma sono impossibilitata a farle
[#1] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
nella sua descrizine non è chiara le sede del dolore, ne quale sia l'eventuale tendine infiammato e/o l'osso malconfomato; è pertanto pressocchè impossibile esprimere un parere minimamente circostanziato
[#2] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
stiamo parlando del retro del calcagno, quindi del tendine d'achille
[#3] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
se il problema è una alterata conformazione della regione posteriore del calcagno (s. di Huglund) la soluzione è chirurgica e consiste nell'asportazione della porzione ossea sporgente.
[#4] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
dal momento che ci sono nata e che anche l'altro piede ha la stessa conformazione ma nessun problema a riguardo se è una cosa risolvibile tornando alla situazione di prima di 7 mesi fa per me sarebbe solo meglio, visto che in tutti i modi eviterei un'operazione. c'è quindi un modo mi chiedo?
[#5] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Non esistono esercizi particolari al riguardo. può provare trattamenti fisioterapici vari tra cui le onde d'urto senza comunque una garanzia di risultato.
Altrimenti può attendere pazientemente se si verificherà una risoluzione spontanea delle fase infiammatoria