Utente 418XXX
Buongiorno, circa una settimana fa mentre ero ai giardini con mia figlia, sono passati dei volontari della Croce Rossa in bicicletta e chiamati da una signora le hanno misurato la pressione. Al chè hanno rivolto l'invito ai presenti ed io ho accettato di farmela misurare.. Apriti cielo: pressione 183-104! Allarmati me l'hanno ripetuta tre volte.. nel mentre il mio cuore aumentava sensibilmente le sue pulsazioni. Sempre stesso risultato. Mi hanno chiesto se avessi sintomi ma io a parte qualche mal di testa comune a tutti non ho avvertito altro. Il sabato mattina misurata in farmacia stesso risultato. La domenica decido di andare al PS. La minima era arrivata a 110. Dopo vari esami del sangue, urine, Ecg, ecocuore-reni, mi dicono che è tutto nella norma. C'è da dire che fino al giorno della prima casuale misurazione io prendevo la pillola anticoncezionale Klaira, che dal sabato non ho più preso. Può esserci correlazione con la pressione alta? Inoltre sono una persona abbastanza ansiosa ed emotiva.. In alcune situazioni sento che mi emoziono (i battiti aumentano).. Qualche esempio: riunioni scolastiche, posti affollati, file al supermercato... Da lunedi assegnata dal mio medico di base prendo una compressa di Norvasc da 5. La pressione è un pò scesa. Oggi metterò l'holter pressorio. Eventualmente mi hanno consigliato in PS di fare anche un day Hospital. Volevo avere un vostro parere. Secondo voi da cosa può dipendere la mia ipertensione? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ci faccia sapere, se vuole, i valori rilevati dall' HOlter pressorio.
Tenga presente che, seppur siamo in grado di trattare l'ipertensione , nel 98% dei casi non sappiamo da cosa questa sia dovuta.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno, ho i risultati dell'holter pressorio. Non sò quali e quanti dati devo mettere. Ma ci provo:
24 ore valore medio 125/80
valore massimo 176/127
valore minimo 97/63

giorno 8/23
valore medio 130/83
valore massimo 176/127
valore minimo 108/66

notte 23/8
valore medio 117/76
valore massimo 154/91
valore minimo 97/63

Ho notato che il valore massimo registrato si riferisce a quando ho messo l'holter e sono uscita dalla farmacia. Quello minimo (del giorno) ero a casa sul divano a vedere la tv. Il referto parla di : Valori pressori compatibili con ipertensione arteriosa diastolica principalmente notturna.
Cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il fatto che anche di notte lei presenti elevati vaslori di pressione diastolica spuinge a consigliare di intraperndere una terapia farmacologica.
Non ha indicato i valori della frequenza cardiaca, perche' a seconda di querlli puo' essere cosngkliabile un ACE inibitore iod un beta bloccante.

Arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno , i dati della frequenza cardiaca (indicata con FC?) sono questi:
valore medio 74, massimo 114. minimo 62
Conservato ritmo circadiano della pressione arteriosa sistolica e fisiologico calo pressorio sistolico durante il sonno notturno. Ridotto ritmo circadiano della pressione arteriosa diastolica e ridotto calo pressorio diastolico notturno.

Durante la visita al PS, ecoscopia: cuore ipercinetico, camere cardiache e vasi nei limiti della norma.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quindi propenderei piu' per un ACe inibitore od un sartano, ma ovviamente la terapia va stabilita' dal Cardiologo che la ha in cura e certo non per via telematica.

Arrivederci

cecchini
[#6] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore, ho fatto una visita cardiologica che non ha rivelato nulla di patologico. Il cardiologo ha ritenuto integrare la terapia farmacologica con il Lobivon mezza compressa al mattino.
Un anziano parente (biologo) mi ha detto che secondo lui è stato sbagliato farmi iniziare la terapia farmacologica senza prima aver appurato le cause della mia pressione alta. Fino ad ora dagli esami effettuati non risulta nessuna patologia che possa giustificare l'ipertensione. Secondo lui tutti gli accertamenti andavano effettuati senza aver preso nessun farmaco (al PS è stato cosi).
Mi chiedo avrei rischiato qualcosa se avessi continuato ad avere la pressione alta senza intervenire farmacologicamente?
Grazie per le sue cortesi risposte.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In realta' nel 98% noi non sappiamo le cause dell'ipertensione arteriosa.
Il fatto che gli esami ematochimici eseguiti in PS , tra i quali penso alla potassemia, fossero normali e che l'eco reni/surreni non mostrassero alcunche' di patologico farebbe effettivamente propendere per una ipertensione essenziale (deklla quale comne sempre non riusciamo a capire la causa).
La scelta di un beta bloccante puo' anche essere ragionevole.
Andranno costantemente controllati i valori pressori sistodiastolici e della frequenza cardaica in vari orari del giorno, per valutare se la suddetta terapia la "copre" efficacemente nelle 24 ore.-

Arrivederci

cecchini
[#8] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la sua celere risposta,
mi sembra che la frequeza cardiaca è notevolmente diminuita in questi giorni e in generale mi sento meglio rispetto a prima (anche se comunque non avevo sintomi a parte mal di testa leggero).
Per quanto riguarda gli esa mi del sangue mi mancano da effettuare quelli relativi alla tiroide
Pensa che dovrei fare qualche altro accertamento?
La persona di cui le parlavo sopra mi diceva anche che potrei essere vicina alla menopausa e questo causare ipertensione. Possibile visto che ho appena 44 anni?
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Puo' darsi, ma questo non toglie che lei vada curata bene.
Mi pare che il farmaco che le e' stato prescritto le funzioni.
Controli che i valori non oltrepassino 120\70 mmHg, in caso contrario avverta il suo medico
Arrivederci

cecchini
[#10] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno, le riscrivo perche dopo oltre due mesi di cura in cui i valori pressori sono stati costantemente sui 120/70 più o meno. Verso le 12.45 mi sentivo particolarmente inquieta ed infatti la misurazione dava 155/95 frequenza cardiaca 90. Sono poi uscita a prendere mia figlia da scuola e mentre attendevo pensavo addirittura di non farcela tanto sentivo il cuore uscirmi dal petto. E' stato un attacco d'ansia?
Dopo essere tornata a casa mi sono sentita meglio e poco fa la misurazione era 139/80.
C'è da dire che stamattina ho dimenticato il mezzo lobivon da 5. Centra qualcosa questa dimenticanza?
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il Lobivon, come tutti i beta bloccanti sonop farmaci utilissimie molto maneggevolio, ma hanno il difetto...di funzionare davvero.
E quindi non vanno mai dimenticati.
Sarebbe come tenere alle briglie un cavallino imbizzarito per lungo tempo e poi mollarle di colpo.
Il paragone la fara' sorridere, ma sostanzialmente e' proprio cosi'.
[#12] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore,
visto che avrei dovuto prenderlo stamattina intorno alle 7.30 ha senso che, ora che mi sono ricordata, lo prenda adesso o passo direttamente a domani mattina?
[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lompuo assumere ora è domattina
Saluti