Utente 182XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 25 anni. Sono ormai anni che ho notato che il mio volto non è simmetrico, fatto maggiormente evidente nelle fotografie. Il mio medico di base (non attuale) ha confermato la presenza di un'asimmetria (soltanto guardandomi), e così anche una dentista, dicendomi però che il problema non è di sua competenza.
Sono quindi stata da un chirurgo maxillo-facciale che, ad occhio, mi ha detto di non notare un'asimmetria, ma una malocclusione di secondo grado e una laterodeviazione della bocca in apertura. Mi ha prescritto dei raggi (tipo panoramica) alla mandibola e una CBCT. Alla visita di controllo, dopo aver esaminato i risultati, mi ha detto di non vedere nulla. Ciononostante, io ritengo che il problema ci sia, e che sia anche visibile. Per questa ragione mi piacerebbe avere un altro parere. E' possibile, tramite il sito, inviare una mia foto per avere una conferma oppure una smentita riguardo a ciò?

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Romano
20% attività
16% attualità
0% socialità
FARA SAN MARTINO (CH)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Gent.ma utente,
secondo il regolamento del sito credo non sia possibile inviare foto o esami diagnostici direttamente sul sito.
Le consiglio di effettuare direttamente una nuova visita da un altro chirurgo Maxillo-Facciale per chiedere un secondo parere in merito alla sua asimmetria.

Distinti saluti

Michele Romano
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per avermi risposto. È possibile che la causa di una eventuale asimmetria non sia visibile con gli esami che ho eseguito?
[#3] dopo  
Dr. Michele Romano
20% attività
16% attualità
0% socialità
FARA SAN MARTINO (CH)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
La diagnosi di asimmetria mandibolare viene fatta con l'esame clinico e l'analisi delle radiografie richieste (spesso si richiede proprio una TC conebeam del cranio completo e, una volta accertata l'asimmetria mandibolare, si può anche integrare lo studio con una scintigrafia dei condili mandibolari).
Le consiglio comunque di chiedere un consulto da un altro chirurgo per avere almeno un secondo parere riguardo la sua asimmetria.

A disposizione

Michele Romano
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Una asimmetria facciale deve necessariamente coinvolgere l'analisi delle ossa e della muscolatura masticatoria.
Può essere infatti da alterata crescita ossea o da alterata funzione muscolare.
Una masticazione monolaterale, ad esempio, porta lentamente negli anni ad un accrescimento di un lato della mandibola, ad un ingrossamento del condilo, e ad una ipertrofia del muscolo massetere da un solo lato.
La laterodeviazione della mandibola in apertura è comunissima: indica un percorso obbligato dei condili durante la fnzione.
Le ho fatto degli esempi, ma possono essercene altri.
Non sono necessariamente delle condizioni da correggere, se non vi sono sintomi.

La panoramica fa vedere bene i condili della mandibola e la loro simmetria; la CBCT li fa vedere meglio nella loro tridimensionalità; la risonanza magnetica dll'ATM fa edere bene il disco cartilagineo interposto fra il condilo della mandibola e la fossa glenoide.
Ma è la VISITA GNATOLOGICA determinante: lo gnatologo può valutare la muscolatura orale e la muscolatura collegata (collo e spalle sopratutto), può valutare una eventuale laterodeviazione a bocca chiusa, molto più importante della laterodeviazione a bocca aperta.

Ma chi è questo gnatologo? Lo descrivo qui:
www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/439-gnatologo-costui.html
E più in dettaglio qui:
www.studioformentelli.it/pagine/articoli/lo-gnatologo-questo-sconosciuto
[#5] dopo  
Dr. Michele Romano
20% attività
16% attualità
0% socialità
FARA SAN MARTINO (CH)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Gent.ma utente
La diagnosi di asimmetria puó essere fatta da qualsiasi professionista chirurgo maxillo-facciale o odontoiatra
Sia il chirurgo maxillo-facciale che l'odontoiatra infatti sono assolutamente in grado di diagnosticare un'asimmetria facciale e le sue tante cause e dare indicazione per il trattamento giusto. Anzi a volte (spesso) c'è anche la piena collaborazione tra le due figure.
Valuti lei lo specialista che le da più fiducia sia nell'analisi clinica che strumentale e nel proporle (qualora faccia diagnosi) la terapia più adatta.

Cordiali saluti

Dott. Romano
[#6] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio. A questo punto valuterò la possibilità di chiedere il consulto di un altro chirurgo maxillo-facciale e/o quello di uno gnatologo.

Cordiali saluti e buon lavoro