Utente 876XXX
Buon giorno, vorrei se possibile un Vs. parere medico sull'ereditarieta' del tumore al colon retto.

Mio marito da qualche mese ha cambiato le abitudini di evacuazione dell'alvo da una costante regolarita' giornaliera a una volta ogni 2/3 giorni. Avendo compiuto i 39 anni e considerando che il padre è stato operato all'incirca all'eta' di 53/55 anni ad un tumore al retto vorrei gentilmente sapere se questo cambiamento puo' significare "qualcosa", che percentuale in genere esiste perche' anche lui possa avere nel corso degli anni un tumore al colon-retto e a quanti anni deve cominciare a sottoporsi a esami preventivi (e quali sono gli esami a cui sottoporsi).

RingraziandoVi anticipatamente per l'attenzione spero che possiate aiutarmi ad aver maggior chiarezza sulla questione.

Distinti saluti

PIERINA
[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
A prescindere dall' eventuale ereditarita', per ora dimostrata solo in casi rari, in presenza di familiarita' di primo grado, a maggior ragione se la neoplasia e' insorta in giovane eta' e se sono presenti sintomi tipo le alterazioni dell' alvo, e' indicato anticipare l' eta' consigliata peri controllo endoscopici, e 40 anni puo' essere considerata un eta' adeguata. Valuterei quindi col suo medico l' opportunita' di eseguire una colonscopia. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 876XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per la tempestiva risposta .. buon lavoro