Utente 373XXX
Buonasera,
E' da qualche mese che per masturbarmi pratico una pressione con le dita nella zona del perineo (credo si chiami così) tra ano e testicoli per stimolare un orgasmo più intenso.
Praticolo solo una pressione esterna e non esageratamente vigorosa.
Non ho mai avuto problemi ma da un paio di giorni ho notato che il flusso di urina è un po' più debole, specialmente all'inizio della minzione.
Mi chiedevo se così facendo potrei:
1) Aver causato un'infiammazione della prostata tale da creare problemi
2) Un tumore alla prostata
Spero che mi risponderete presto in modo da stare un po' più tranquillo.. spero!
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Escludo un tumore alla prostata. Età e causa di insorgenza escludono tale patologia. Se vi sono sintomi irritativi, ci potrebbe essere una prostatite ma i suoi sintomi sembrano minimi dunque...Non mi preoccuperei. A presto
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

smetta di fare pratiche "esoteriche" e prive di presupposti andro-urologici seri e convincenti e non pensi a patologie complesse e difficili alla sua età.

Un cordiale saluto.

[#3] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Grazie infinite a entrambi, davvero.
Più che altro ho notato che all'inizio della minzione l'urina esce o a raggiera o un po' di lato e poca. dopo si riprende.
Ieri sera tutto normale, stamattina ancora con questo problema.
Ci potrebbero essere problematiche gravi a livello dell'uretra/vescica secondo voi?
Scusate ma essendo appena morto un parente a causa di una lesione maligna sono un po' allarmato...
Se il problema continua andrò a farmi vedere ma posso sapere cosa ne pensate voi?
Posso stare tranquillo?
Grazie infinite di nuovo!
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

difficile, da questa postazione ed in funzione di quello che ci scrive, darle un parere clinico corretto e preciso; detto questo ora penso che lei stia andando verso un'autoosservazione forse eccessiva ma sicuramente capace, da sola, di scatenare ansie inutili, immotivate e pericolose.

Bene ora sentire in diretta un bravo urologo od andrologo.

Ancora un cordiale saluto

[#5] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Capisco... solo un'ultima cosa e poi non stresso più.
Alla sera mi sono masturbato (molto delicatamente) e subito dopo l'eiaculazione ho sentito un bruciore alla punta del pene come se avessi un po' di infiammazione.
Al mattino avevo questo problema: possibile che le due cose siano collegate? Che sia dovuto a quella eiaculazione?
Ho avuto un leggero bruciore alla minzione per il giorno dopo ma poi, bevendo un po' di più, il bruciore è passato.
Adesso anche dopo l'eiaculazione non ho più nessun bruciore, solo il "problema" di un getto di urina debole.
Aspetto ancora un paio di giorni e se non passa e/o peggiora vado dal medico, nel frattempo ho guardato un po' online...
In linea di massima non dovrebbe essere nulla di che, è corretto?
Grazie ancora e buona serata
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, appena possibile senta o risenta in diretta il suo medico di fiducia oppure il suo andrologo od urologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.