Utente 418XXX
ORTOPEDIA

Gent.mi Medici prima di tutto voglio ringraziarVi per il bel servizio che svolgete che ti tanto aiuto
e’ per noi anziani.
Scrivo a nome di mio marito 82enne , peso 75 kg altezza mt. 1,60 diabetico iperteso e portatore di tre stents cardiaci, che undici giorni fa ha subito un piccolo intervento in day surgery, in anestesia loco regionale per un impianto di dispositivo di decompressione del processo interspinoso Aperius per la stenosi del canale vertebrale L/4 L/5. Riferisce che l’intervento e’stato doloroso, ma superato tale momento gia’ dopo otto ore veniva dimesso camminando bene da subito con apposito busto con stecche, consigliato dal chirurgo ortopedico.
L’intervento e’ riuscito poiche’ prima di questo accusava forti dolori e tiraggio sotto ambedue i glutei tanto da dover camminare in maniera un po’ curva ; poi accusava dolore anche alla gamba sinistra.
Questi sintomi , da subito, sono scomparsi dopo l’operazione e puo’ camminare in maniera eretta ( con il busto)senza accusare alcun dolore sotto i glutei.
Ha passato gia’ visita di controllo , andata bene, e gli hanno tolto i punti di sutura; pero’ ha grossi
ematomi scuri dove convergono i glutei ( scusate ma non so proprio come potrei descrivere il punto preciso).
Se si stanca un po’ o fa qualche movimento diverso ha dolore alla schiena ( punto della vita ) e al
bacino zona di operazione ( ma non e’ la piccola ferita ).
Prende paracetamolo 1 gr una o due die al bisogno, e 1 Targin 5mg x 2 die
La domanda e’
- per quanto tempo possono durare questi dolori alla schiena?
- quanto tempo ci vuole affinche’ gli ematomi vadano via?
- quanto tempo ci vorra’ ( indicativamente ) per chinarsi a raccogliere un oggetto ,
- oppure spostare una sedia ecc.?

Ringrazio vivamente e saluto
P. S.
Vedo che nel mio profilo personale i dati di peso e altezza non corrispondono a quelli da me scritti ( o forse ho sbagliato a scrivere?)
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
è difficile dare una risposta esauriente in quanto sarebbe necessario valutare oggettivamente il caso, ovvero visitando Suo marito e visionando gli esami effettuati prima e dopo l'intervento.

L'Aperius è un dispositivo che viene impiantato tra un processo spinoso e l'altro di due vertebre (il processo spinoso è una "protuberanza" ossea posteriore di una vertebra, palpabile sul dorso facilmente identificabile soprattutto nelle persone magre), al fine di (in parole semplici) allargare lo spazio discale e il forame attraverso cui transitano le radici nervose che vanno agli arti inferiori alleviando, di conseguenza, la sintomatologia
dolorosa del paziente..
Tale dispositivo non trova indicazione in molte patologie che possono essere la causa di una stenosi o di sintomi riferibili a tale patologia, ma solo se i sintomi sono sicuramente dovuti alla stenosi (restringimento ) del forame radicolare.

Lei dice che Suo marito è migliorato, ma che ancora ha delle importanti limitazioni funzionali.
Pur nei limiti della consulenza on line, credo che possa sentirsi soddisfatto.
Gli ematomi (dovuti a infiltazione di sangue nel sottocute) si riassorbiranno in un paio di settimane.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Ringrazio molto il Dr. Giovanni Migliaccio per la esauriente e pronta risposta e mi dispiace di non condividere con amici le Vs. belle ed utili pagine non essendo iscritta a nessun social network . Fate veramente un grosso ed utile lavoro,Grazie ancora.