Utente 405XXX
Buongiorno Dottori scrivo per aggiornare la mia situazione, dopo la richiesta di circa due mesi fa. Riassumo: da fine gennaio, dopo una prima crisi che mi ha costretto a recarmi in Pronto Soccorso (avevo 120 bpm al minuto), risolta in modo naturale verso sera (esami sangue, tiroide, adrenalina, ecg, eco, e monitoraggio holter senza anomalie), soffro praticamente quasi tutte le mattine di accelerazione del battito cardiaco fino a 90/95 bpm al minuto dalle ore 8 alle ore 9 dopo la colazione, e poi passa tutto... Sono andato da due cardiologi ed ho fatto ecg, due volte l’ecocardio, una prova da sforzo e un Holter 24 ore (131 bpm massimo dopo avere fatto due rampe di scale nel centro dove ho messo l’Holter; 43 bpm minimo mentre dormivo. Media finale della giornata: 72 bpm. Battiti tutti nella norma). Risultato: mi è stato detto che il mio cuore è sanissimo. Ho 38 anni, non fumo, mangio sano, faccio sport, ho il battito in media sui 65/70 e la pressione sui 125/70. Ora mi sono rivolto ad un gastroenterologo: mi ha detto che, escluse le cause cardiache dopo gli esami fatti, la “spina” che irrita il cuore potrebbe essere localizzata nello stomaco o nell’esofago (eventuale ernia o reflusso). Mi ha consigliato una gastroscopia che farò a settembre (Nel 2010, dopo gastro e sintomi simili, avevo l'Helycobacter che è stato eradicato con la terapia antibiotica).
Io sinceramente non so più darmi una risposta, proverò anche questo esame sperando di trovare la causa di questo disturbo che mi dà fastidio. Non mi sento ansioso ma la mattina penso comunque al cuore ed all’eventuale accelerazione che si manifesta… Attendo una risposta da voi in base alla vostra esperienza ed alla casistica. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
lei non è un paziente cardiologico.
Lei è un paziente affetto da un disturbo ossessivo compulsivo (D.O.C.) che deve porre all'attenzione di un bravo psichiatra perchè venga curato.
Non c'è altra diagnosi da fare per chi considera patologicoco l'aumento di frequenza al mattino dopo la prima colazione e fa più esami di uno che deve fare un viaggio nello spazio.
Saluti.
Dr. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno Dott. Caldarola, la ringrazio per la risposta.
Voglio precisare che non considero patologico quanto mi succede da più di sei mesi, anche perché ho provato a fare colazione più tardi ed il sintomo bene o male mi viene ugualmente. Io sono convinto di avere il cuore sano, ma non mi spiego questa situazione che mi ha stufato. Perché prima non avvertivo tutto ciò? Magari ce l'avevo, ci mancherebbe. E' del tutto normale avere battiti più alti la mattina, lo so.
Spero che lei possa capire al meglio la mia riflessione.
Grazie ancora e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
No, francamente non comprendo cosa lei voglia dire. Sa, sono limitato nella comprensione.
Buona giornata.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Non credo che lei sia limitato nella comprensione, ci mancherebbe. Il suo modo di rispondere lo intendo come un invito a spronare la mia mente a controllare meglio l' ansia, diciamo mattutina.
La mia riflessione si sofferma sul fatto che non riesco a trovare una causa a tutto questo. Lei giustamente mi consiglia uno psichiatra. Mi sa che ha ragione. Grazie per la seconda risposta.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ecco vedo che ha recepito il messaggio.
I sintomi che lei descrive dopo prima colazione non hanno assolutamente nulla di patologico.
Il suo DOC invece è una malattia e come tale deve essere curata, per guarire.
Saluti,
Dott. Caldarola.