Utente 419XXX
Salve, vi scrivo x avere una maggiore consultazione riguardo il mio caso. È tutto iniziato nel novembre del 2015, forte malessere, soffocamento, tachicardia...mi sn recata x 2 volte al P.S. ma senza nulla di grave. Poi tornando dal mio medico di base mi ha scritto un ricovero perché nn si spiegava il mio maleseere e i tachicardia c'è li avevo tutti i giorni... di nuovo al P.S ma mi fecero solo l'elletrocardiogramma e mi mandarono a casa....gli episodi si facevano semore più presenti quasi tutti i giorni nn riuscivo più nmeno ad uscire perché avevo paura che mi succedesse qualcosa(ho avuto episodi dove sn uscita e mi sn sentita davvero male). Dopo vari accertamenti x quanto riguarda la parte cardiologia, vari ecg, ecocardiogramma, holter24h, ecc....con esito negativo.... nn mi sn tranquillizzata affatto, perché i sintomi si fanno sempre più frequenti e in posti differenti, adesso avverto un forte dolore sotto il seno sinistro, dolore al braccio sinistro esd anche sotto l'ascella, forte pressione sul petto soprattutto nella parte destra tutto ciò accompagnato da un forte malessere che nn so ben spiegare sembra che la circolazione sia più veloce e parte dai piedi fino alla testa con senso di svenimento e stordimento come stesse x morire il fatto sta che nn c'è la faccio più... ho fatto anche diverse visite neurologiche perché avvertiva sangue caldo in Testa e pressione forte ma è tutto negativo . Circa 3 settimane fa, mi sn svegliata di colpo con forte malessere e pressione intensa sul petto e mancanza di respiro, ho chiamato subito x fare altre visite cardiologichè nell'ecg tutti ok, l'holter pure ma con solo 3 extrasistole. Sto facendo cura con Atenalolo (1/4 di pasticca al giorno) x tenere sotto controllo i battiti (prescritto da un cardiologo).. questi malesseri si fanno sempre più frequenti ma io nn c'è la faccio più.. scusate x essere dilungata, ma ho bisogno di aiuto .
Grazie di anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si chiamano attacchi di panico .
Che sono pertinenza dello psichiatra e non del cardiologo
Occorre che lei si faccia visitare
Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 419XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dott. x la sua risposta così veloce. Gentilissimo