Utente 341XXX
Mia madre soffre di pressione alta da tempo, soprattutto la mattina al risveglio la ha molto alta. All'inizio prendeva zopranol poi è passata a zoprazide che ha il diuretico . Ho letto ovunque che la pillola della pressione zoprazide non è raccomandata oltre i 65 anni di età, mia madre la prende ormai da anni e deve compiere 68 anni. Mi potreste dire perchè non è raccomandata? e cosa potrebbe comportare continuare ad assumerla, ci sono rischi? sarebbe più opportuno cambiarla? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non so francamente dove abbia letto questa ulteriore bufala in rete!
Zoprazide è un nome commerciale di un farmaco prodotto dalla Guidotti S.P.A. che associa lo Zofrenopril (Ace inibitore dotato di gruppo sulfidrilico come il vecchio Captopril, di cui ha la stessa età malgrado il make - up) con un diuretico tiazidico (Idroclorotiazide).
Non esiste nessuna controindicazione all'assunzione dopo i 65 anni se il farmaco continua a funzionare.
Se la funzionalità renale è compromessa il dosaggio del farmaco va aggiustato sulla base di una formula presente nel R.C.P.
Si ricordi che chi assume diuretici deve bere almeno due litri di acqua nella giornata e mangiare frutta e verdura.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
grazie della risposta. cordiali saluti :)
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Saluti a lei,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
mi scuso se le rubo ancora del tempo, mentre che sono in argomento volevo chiederle un'altra cosa. Mia madre ha la pressione alta soprattutto la mattina, è capitato abbia la pressione appena sveglia 170 e oltre, poi piano piano va a scendere fino a regolarsi. Durante il giorno, tranne quando si innervosisce, la mantiene tuttosommato regolare. Lei gia prende zoprazide 30 mg (quella col diuretico). Abbiamo fatto un holter pressorio dove risulta il ritmo circadiano non conservato, ma c'è da dire che mia madre si sveglia spesso per andare in bagno, insomma non ha un sonno proprio limpido. Una volta si è misura la pressione di notte appena alzata e la aveva una massima di 140. Secondo lei si dovrebbe intervenire con un'altra pillola magari serale? Perchè mia madre ha questa impennata di pressione al mattino? puo dipendere dal fatto che ha il setto deviato e da una narice non respira e la notte va in ipoapnea ( l'ipoapnea risulta dalla polisonnografia che ha effettuato). Mia madre è alta 1.65 e pesa 84 kg, sicuramente è in sovrappeso e questo influisce. Lei che consiglio puo' darmi in merito? la ringrazio
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'impennata mattutina della pressione arteriosa e la mancanza del ritmo circadiano (dell'effetto dipping) sono segni che la terapia che sua madre assume non la copre abbastanza per 24 ore
Senza vedere l'holter pressorio (ABPM) o leggere le conclusioni mi risulta difficile farmi un quadro della situazione.
Sicuramente sua madre deve perdere peso e muoversi di più: la terapia con Zofenopril/idroclorotiazide va integrata o cambiata, per esempio con l'aggiunta di un beta bloccante al primo mattino, quando si alza per urinare, perché un calcio antagonista in questa stagione potrebbe provocare effetti collaterali spiacevoli.
Ma di tutto questo si deve occupare il medico che la segue realmente non certo io per via telematica. Se non è capace il medico, perché curare l'ipertensione bene è un'arte, si rivolga ad un cardiologo competente.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
questo è il risultato holter.

(immagini oscurate dallo staff)

la ringrazio per la sua risposta. Dimagrendo è possibile evitare una seconda pillola? oppure in base al referto per lei è necessaria? il mio medico curante e anche il cardiologo hanno parlato principalmente di dieta, il cardiologo aveva una mezza di cambiare pillola e darne una piu forte ma per ora ha lasciato stare nella prospettiva mia madre dimagrisse. Il medico curante pure, ma visto questi sbalzi mattutini ha pensato di consigliarci di aggiungere lacirex 20 mg la sera prima di dormire. Alla luce dell'holter pressorio, la sua opinione rimane quella di prima o ha altri consigli? grazie.
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
il dimagrimento di sua madre non potrà e non dovrà avvenire in un mese.
nel frattempo è necessario che sua madre abbia una pressione INFERIORE a 120/80! E COSTANTE!!
Diversamente è esposta a tutti i rischi della ipertensione non controllata.
Non si tratta di avere una mezza idea sul cambiare pillola o aggiungerne un'altra: le mezze idee in medicina non trovano spazio.
Si tratta di assumersi la responsabilità di mantenere la paziente con una ipertensione non controllata o di decidere di portare la sua pressione a valori di sicurezza.
Il Lacirex è Lacidipina, un vecchio calcio antagonista che dalla Glaxo fu ceduto alla Guidotti, la stessa azienda dello Zoprazide.
Personalmente per esperienza non mi piace preferendo altri calcio antagonisti più efficaci e con una cinetica migliore.
Mi piace ancora meno in estate: dopo una settimana sua madre si ritroverà con i piedi come due palloncini con queste temperature tropicali. Senza contare che senza beta bloccante sarà tachicardizzata.
Ma se il cardiologo che la segue ha la mezza idea, la concretizzi e lei segua la terapia del cardiologo.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
è stato gentile e chiarissimo, la ringrazio per i suoi fruttuosi consigli. Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cordiali saluti anche a lei!
Vincenzo Caldarola.