Utente 418XXX
Buonasera, sono una ragazza di 23 anni e negli ultimi 6 anni soffro di tachicardia ed extrasistoli. Ho fatto diversi ecg che hanno riscontrato tachicardia. Due prove sotto sforzo che hanno riscontrato un extrasistole al momento del massimo sforzo. Un holter che ha riscontrato tachicardia fino a 174bpm in momento di ansia, 1 extrasistoli soprav. 4 sottov. Di cui due di notte e 2 di giorno. Ho da 4 anni gastrite cronica lieve con ernia iettale da scivolamento e cardias Beantes. Ho fatto per un mese terapia con 1cmp di axagon 20mg al mattino e la gastrite Va meglio. Però ho sempre queste fastidiose extrasistoli durante la giornata e nessuno sa spiegarsi come mai mi siano comparse a 17 anni così dal nulla e non mi siano ancora scomparse. Ho fatto tutti gli esami ematatici del caso, tiroide regolare, come tutto il resto. Ho voluto fare anche gli esami ormonali in quanto ho notato che tachicardia ed extrasistoli si moltiplicano 10 giorni prima del ciclo e per tutta la sua durata. Hanno trovato valori nella norma ma la proteina omocisteina alta a 47.8 può essere la causa della mia tachicardia ed extrasistoli o è così alta solo per via di aver preso per 30 gg axagon?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La sua omocistinemia non ha alcuna relazione con la sua extrasistolia.
Probabilmente è portatrice di una mutazione omozigote del gene MTHFR ma la soluzione per far scendere l'omocisteina è l'assunzione per tutta la vita di acido folico e vit B12.
Con le pillole o con l'alimentazione o con entrambe.
La beanza cardiale se davvero c'è non si cura per un mese: è una di quelle patologie che prevedono una somministrazione cronica di IPP e alginato di sodio a dosaggi di mantenimento per periodi lunghi.
Ne parli con chi la segue.
Per il restante: ravvedo solo una grande quota di ansia nel suo racconto anamnestico, ansia che farebbe bene a curare rivolgendosi ad uno specialista del settore, dal quale potrebbe trarre miglioramento della sua qualità di vita. Che sia uno psichiatra o uno psicoterapeuta poco importa.
Saluti,
Dott. Caldarola.