Utente 410XXX
Buona sera,
premetto che sto uscendo da un periodo di stress emotivi intenso, per cui mi sono sottoposto a inizio anno ad alcuni esami di controllo cardiaco (ECG sotto sforzo, ecocardio), da cui è emerso un blocco di branca DX trascurabile a detta del mio cardiologo.
Da alcuni giorni i miei battiti cardiaci per minuto sono considerevolmente scesi, soprattutto alla sera.
Ieri sera sono sceso ai 38/minuto. Questa sera viaggio intorno ai 45.
Ho ripreso a praticare sport regolarmente dopo un periodo di pausa.
Avevo sempre avuto i battiti un po' lenti (intorno ai 50), ma così tanto mi fa spaventare.
E' il caso che torni a fare dei controlli?
Per completezza segnalo che soffro di ipotensione liquorale.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se lei è un soggetto allenato è normale che sia bradicardico.
Il BBdx non influisce minimamente sulla sua frequenza cardiaca, a meno che non vi sia un blocco lungo il sistema di conduzione, più in alto, di cui il Cardiologo si sarebbe accorto.
Tuttavia se vuole documentare l'attività elettrica del suo cuore, può programmare un Holter ECG/24h.
Presumo che l'ipotensione liquorale sia di quelle "primitive" non legate a interventi neurochirurgici o traumi cranio - vertebrali.
E' una sindrome che si sta diffondendo non per un aumento dei casi ma per la diffusione della MR: spesso è un reperto occasionale neuroradiologico mancando ogni sintomo tipico della sindrome (cefalea in ortostasi e che si aggrava durante l'azione del torchio addominale, la tosse, gli sforzi intensi e che per contro recede rapidamente in posizione clinostatica).
Talora è in causa un fistola liquore spontanea che va attentamente ricercata specialmente a livello del tratto toracico del rachide.
Si idrati bene, specie durante lo sport che ha deciso di riprendere, perché vi è il rischio di un abbassamento delle strutture cerebellari nel forame magno con compressione e sofferenza truncale se di liquor ve ne è poco e lei sottopone il cervello a sobbalzi.
E' anche necessario un controllo scadenzato nel tempo della situazione con MR
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno Dottore,
presume correttamente riguardo all'ipotensione liquorale, non deriva da interventi chirurgici.
Seguirò il suo suggerimento di tenere monitorata la cosa.
La ringrazio molto per il riscontro ed il tempo dedicato